20 settembre 2019
Aggiornato 16:30

Conte al lavoro con PD e 5 Stelle per programma condiviso

PD: «Da Conte per chiarimento su parole Di Maio». M5s: «Prima di tutto i temi non le poltrone». Domani nuova riunione del Premier con delegazioni dei 2 partiti

Il Presidente del Consiglio incaricato, Giuseppe Conte
Il Presidente del Consiglio incaricato, Giuseppe Conte ANSA

ROMA - Dopo aver concluso le consultazioni con tutti i gruppi parlamentari di Camera e Senato, sia di maggioranza che di opposizione, il Presidente del Consiglio incaricato Giuseppe Conte ha incontrato una delegazione del Movimento 5 Stelle, composta da Francesco D'Uva e Stefano Patuanelli e una delegazione del PD composta da Dario Franceschini e Andrea Orlando. «Nel corso dell'incontro - spiega una nota - si è delineato un percorso di lavoro per consentire al Presidente incaricato di elaborare un programma condiviso da entrambe le forze politiche sulla base delle prime linee programmatiche che gli sono pervenute». Domani mattina si terrà una riunione per lavorare al programma di governo, coordinata dal Presidente Conte.

PD: «Da Conte per chiarimento su parole Di Maio»

«La delegazione del Pd indicata dal segretario Zingaretti e rappresentata da Andrea Orlando e Dario Franceschini ha partecipato oggi pomeriggio ad un incontro richiesto dal Presidente incaricato con i rappresentanti del Movimento 5 Stelle e con lo stesso Premier Conte. L'incontro è servito a porre l'esigenza di un chiarimento sulle dichiarazioni di Luigi Di Maio, al termine delle consultazioni, come precondizione per proseguire nel percorso avviato negli scorsi giorni». Lo rende noto l'ufficio stampa del PD.

M5s: «Prima di tutto i temi non le poltrone»

«Da quando siamo entrati dentro il Parlamento abbiamo messo al primo posto sempre e solo gli interessi dei cittadini. E per cambiare il Paese, migliorando la vita degli italiani, è fondamentale concentrarsi sui temi». E' quanto si legge in un post pubblicato sul Blog delle Stelle. «Tutela dell'ambiente, lotta agli sprechi della politica, taglio del numero dei parlamentari, riforma della giustizia e tante altre priorità. Di questo vogliamo parlare: solo di questo! Mentre ormai il dibattito pubblico si è spostato solo attorno alle poltrone. Un classico della politica italiana, un ritornello che si ripete sistematicamente perché per troppo tempo le vecchie forze politiche hanno messo al primo posto solamente le poltrone e la spartizione di potere», attacca il Movimento.

Messaggio Juncker a Conte: «Calorosi auguri di successo»

Il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, ha inviato oggi un messaggio Sms al presidente del Consiglio incaricato Giuseppe Conte, augurandogli di avere successo nel suo incarico di formare un nuovo governo. Juncker ha provato invano diverse volte, ieri e oggi, a contattare per telefono Conte, impegnato nelle consultazioni. Il messaggio Sms, a quanto ha riferito oggi a Bruxelles la portavoce capo della Commissione, Mina Andreeva, contiene quei «calorosi auguri di successo» a Conte di cui ieri la stessa Andreeva aveva riferito alla stampa, con la sottolineatura dell'importante ruolo dell'Italia nell'Unione europea.