20 settembre 2019
Aggiornato 07:00

Renzi: «Lascio le polemiche a chi le fa di professione»

Il tweet dell'ex premier, Matteo Renzi, al termine dell'appuntamento della scuola «Meritare l'Italia». Damiano: «Discontinuità o voto»

Matteo Renzi
Matteo Renzi ANSA

ROMA - «Lascio le polemiche a chi le fa di professione. Io sono felice di aver passato 4 giorni con questi ragazzi». Lo scrive su twitter Matteo Renzi, al termine dell'appuntamento della scuola di politica 'Meritare l'Italia', che, dice ancora Renzi «ha visto 250 ragazze e ragazzi studiare, sognare, approfondire. Che meraviglia: questa è politica. Altro che chiacchiere, populismo, demagogia».

«Ong e ciò che crea comunità fa paura a Salvini e populisti»

«Quando Salvini incolpa le cooperative, il terzo settore, il volontariato, lo fa seguendo una logica, che è quella che porta Bolsonaro a dare la colpa alle Ong per l'Amazzonia. In Italia si dà la colpa alle Ong per gli sbarchi dei migranti. Tutto ciò che crea comunità fa paura a chi vive il polulismo, la demagogia, e il messaggio dei pieni poteri».

Damiano: «Discontinuità o voto»

«Alla Direzione del Pd Zingaretti ha parlato di un 'governo di svolta' che sia in grado di elaborare un 'programma' per la legislatura. La parola-chiave per questo obiettivo è 'discontinuità', di persone e contenuti». Lo dichiara in una nota Cesare Damiano, dirigente del Partito democratico. «Non può che essere così - continua - perché i risultati che il governo gialloverde porta in dote sono disastrosi. Il segretario ha ragione quando ritiene inaccettabile un Governo Conte bis. Tentiamo, con la trattativa in corso con i 5 Stelle, la carta del Governo di legislatura: se non ci sono le condizioni il Pd - conclude Damiano - non ha certamente paura del voto».

Martella: «Domani alle 15 i tavoli dem sul programma»

«Si riuniranno domani alle 15 i sei tavoli di lavoro per il programma sui dossier da portare al confronto con il M5S». Lo ricorda in una nota il coordinatore nazionale della segreteria Pd, Andrea Martella. «Prosegue il lavoro sulla definizione degli obiettivi programmatici, dalle istituzioni all'economia, dal welfare allo sviluppo sostenibile - aggiunge Martella - partendo dalle priorità fissate nel documento approvato dalla direzione nazionale del partito all'unanimità, che ha dato mandato al segretario Zingaretti di verificare le condizioni per la nascita di un esecutivo di legislatura».