7 dicembre 2019
Aggiornato 17:00

Andrea Orlando: «Il Partito Democratico c'è, fermata la sfida nazionalista»

Lo ha detto il vicesegretario Pd Andrea Orlando, nella sala stampa allestita nella sede del partito: «Il Governo non c'è già più, stacchino la spina»

Video Agenzia Vista

ROMA - Anche se si tratta solo di exit poll si può già dire che «il Pd c'è, è in campo, è un risultato importante». Lo ha detto il vicesegretario Pd Andrea Orlando, nella sala stampa allestita nella sede del partito. «Naturalmente stiamo parlando di exit poll, quindi la cautela è d'obbligo».

Fermata la sfida nazionalista

Ma guardando anche ia dati del resto d'Europa, aggiunge, si può dire che è stata «fermata la sfida nazionalista, e in Italia il Pd ottiene un risultato importante: un anno fa si discuteva della fine del bipolarismo tra destra e sinistra e della nascita di un bipolarismo tra populismi. Non è così, il Pd c'è, è in campo».

Il governo non c'è già più, stacchino la spina

Per il Pd «il governo non c'è già più. Il Governo è debole perché non è d'accordo su niente, abbiamo chiesto le elezioni prima di questo voto, abbiamo chiesto di staccare la spina perché c'è una totale incapacità di affrontare i problemi del Paese». Il dato è chiaro, per Orlando, «il governo non c'è già più, poi che per tirare a campare possano andare avanti è un altro paio di maniche».

Zingaretti e Gentiloni al Nazareno, sorridenti dopo exit pool

Il segretario Nicola Zingaretti e il presidente Paolo Gentiloni sorridenti al Nazareno davanti ai risultati del Pd nei primi exit pool, nella stanza del leader dem. E' l'immagine diffusa dal Pd poco dopo la chiusura dei seggi per le elezioni europee.