Legge di bilancio, Conte: «In Europa a testa alta per i nostri interessi»

In Europa il governo presenterà il suo piano economico «a testa alta» ha dichiarato nel corso di una conferenza stampa il premier Giuseppe Conte

ROMA - «Per quanto riguarda i rapporti con la Commissione Ue ci presenteremo a testa alta, io non ho chiesto nessun atteggiamento di favore, abbiamo anticipato le linee direttive, ma non ho mai chiesto una concessione: ci presenteremo con un programma serio, coraggioso, che tuteli i nostri interessi, saremo molto seri, duri, rigorosi ma non irragionevoli e scriteriati». Lo ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, in conferenza stampa a Palazzo Chigi, a proposito della legge di Bilancio.

RIGORE E CORAGGIO - «La ragione dell'incontro è mettere a punto una manovra seria, rigorosa, coraggiosa, perchè sarà accompagnata da riforme strutturali in cui riponiamo molta fiducia perchè convinti che la leva per la crescita e lo sviluppo sociale sarà assicurata dalle riforme strutturali».

CAPITOLO TAV - «La Tav è un'argomento all'ordine del giorno del governo, come già anticipato dal ministro Toninelli stiamo valutando tutti gli aspetti come costi e benefici, all'esito di questa verifica trarremo le nostre conclusioni». Lo ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, in conferenza stampa a Palazzo Chigi.«Alcuni ministri intervengono anche a titolo personale» ma la sintesi sarà fatta in termini risolutivi «a livello di Consiglio dei ministri».