14 agosto 2020
Aggiornato 05:00
Centrodestra

Berlusconi alla festa del Foglio: «Vinceremo le prossime elezioni». E sul caso Visco: «La mossa del Pd sa di ritorsione»

Il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, è convinto di vincere le prossime elezioni e ha mandato un messaggio alla festa de Il Foglio al quale si sente vicino

Il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi
Il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi ANSA

FIRENZE – Silvio Berlusconi è convinto di vincere le prossime elezioni. «L'intero Paese ha bisogno di ottimismo, l'ottimismo è indispensabile per far uscire l'Italia da questa fase cupa e sono convinto di vincere anche la nuova grande sfida politica che abbiamo davanti», scrive il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi in un messaggio che è stato letto dal direttore del Foglio Claudio Cerasa in occasione della festa del giornale che si chiude oggi a Firenze. Berlusconi ha sottolineato quindi che «la politica e la cultura italiane hanno molto bisogno di voci come la vostra perché senza ottimismo non si costruisce nulla».Berlusconi ha ribadito ancora una volta di aver sempre creduto di poter realizzare «con un lavoro duro e tenace i miei obbiettivi, nella vita, nel lavoro, nello sport, in politica, anche quando in molti non li giudicavano realistici, ed anzi mi deridevano».

Berlusconi: Vinceremo le prossime elezioni
Fino ad oggi, «posso dire di esserci sempre riuscito, e sono convinto di vincere anche la nuova grande sfida politica che abbiamo di fronte», ha concluso Berlusconi nel messaggio che poi è stato pubblicato sul sito del Foglio con il titolo «Le elezioni si vincono con l'ottimismo». Berlusconi ha poi elogiato «la scommessa di tenere in piedi per vent'anni un giornale fatto di idee, di critiche, di cultura, e di fargli svolgere un ruolo così importante».

La vicinanza con Il Foglio
Era una scommessa «obbiettivamente azzardata: Giuliano Ferrara prima, Claudio Cerasa oggi ci hanno creduto e l'hanno vinta». Per questo «vi sento affini e mi dispiace particolarmente non essere con voi». Il leader di Forza Italia tiene molto «a far pervenire un saluto affettuoso e cordiale a te, caro direttore, a tutti i colleghi del Foglio, e a tutti i partecipanti alla vostra bella iniziativa 'fogliante', così ricca di contenuti, di idee, di temi da approfondire. Sono certo che avremo presto l'occasione di farlo insieme», ha concluso.

Sul caso Visco: La colpa non è di Bankitalia
Sul caso Visco, invece, il presidente azzurro non ha esitato a schierarsi dalla parte del governatore. Quella di Bankitalia «è una questione molto complessa, che di solito viene affrontata in termini sbagliati» ha sottolineato. «Non si possono condannare le banche per aver fatto le banche, e cioè per aver concesso dei prestiti che il persistere della crisi ha talvolta impedito a privati e aziende di restituire – ha spiegato Berlusconi - . Da liberale sono per la responsabilità personale, di banchieri o dei manager che hanno agito in malafede. Ma sono contrario a una condanna complessiva del sistema bancario, come sono contrario a scaricare sulla Banca d'Italia nel suo complesso, e quindi sul suo governatore, responsabilità che appartengono a singoli. La mossa del leader del Pd mi pare improvvida e sa di ritorsione o di occupazione del potere».