20 marzo 2019
Aggiornato 18:00
Di Madio contro Renzi

M5S, la sfida di Di Maio a Renzi: Non scappare e vieni qui

Il presidente della Camera ha sfidato Matteo Renzi a confrontarsi in un duello televisivo sulla riforma costituzionale. Il premier aveva accusato Di Maio di non aver capito il testo legislativo. Ora accetterà la sfida?

Il presidente della Camera, Luigi Di Maio.
Il presidente della Camera, Luigi Di Maio. Shutterstock

ROMALuigi Di Maio sfida Matteo Renzi a duello. Dopo le ultime dichiarazioni del premier, che accusava il presidente grillino della Camera di non aver capito nulla della riforma costituzionale, l'esponente pentastellato ha risposto invitando il presidente del Consiglio a un confronto sull'argomento in diretta televisiva. Renzi accetterà la sfida?

Di Maio sfida Renzi a singolar tenzone
Il guanto è stato lanciato. Il pentastellato Luigi Di Maio ha sfidato Matteo Renzi a duellare in singolar tenzone. Il premier aveva accusato il presidente della Camera di non aver capito la riforma costituzionale, così Di Maio ha reagito proponendo un confronto sull'argomento in diretta televisiva. «Grillo ha detto che la riforma costituzionale non l'ha nemmeno studiata e allora se l'è fatta spiegare da Di Maio che non l'ha nemmeno capita e ha confuso Cile con Venezuela», aveva ironizzato Matteo Renzi dal palco della Leopolda a Firenze. Ma ora accetterà la sfida del deputato del Movimento 5 stelle?

Il World tour 5 stelle per dire «no» alla riforma
«Confrontiamoci io e lui per vedere se l'ho capita. Mi pare che sia Renzi a scappare...», ha rilanciato Luigi Di Maio durante un'intervista alla Stampa.«Non può scegliere lui le persone con cui confrontarsi (il premier ha indicato Grillo e Casaleggio) - attacca Di Maio -. Se davvero vuole fare un confronto accetti l'invito dei parlamentari che hanno lavorato. Ma evidentemente ha paura». In questi giorni il presidente della Camera sarà a Londra e a Madrid, due tappe del World tour 5stelle per il «no» al referendum costituzionale. Martedì 8 novembre Di Maio incontrerà gli italiani che vivono a Londra mentre giovedì 10 quelli di Madrid. «Se passa questa riforma costituzionale - ha scritto il deputato grillino in un post su Facebook - non c'è più niente da sognare. Ecco perché nelle prossime settimane non mi fermerò».

M5S: Stiamo cercando di salvare l'Italia
I pentastellati vogliono spiegare i rischi di questa riforma agli italiani all'estero «perché se vince il Sì non riusciremo mai a liberarci della classe politica che li ha costretti ad emigrare», ha dichiarato, in un'intervista a Reuters, Luigi Di Maio, a 48 ore dalla sua tappa londinese. «Questa riforma darà più potere alle persone che hanno portato il nostro Paese allo stato in cui è. Ma se il governo perde noi chiederemo a Renzi di mantenere la sua promessa», ha aggiunto riferendosi alle parole del premier durante la campagna referendaria: in tempi non sospetti Matteo Renzi aveva promesso all'Italia che si sarebbe dimesso qualora non fosse passata la riforma costituzionale. «Non siamo certamente contro il cambiamento, ma il cambiamento non sempre è buono e dicendo no a questa riforma stiamo cercando di salvare l'Italia da un cambiamento in peggio», ha concluso Di Maio.