18 ottobre 2019
Aggiornato 06:00
Salvini tuona contro Confindustria

Lega Nord, Salvini diserta Assolombarda: «Confindustria è una casta asservita a Renzi»

Dopo l'endorsement degli industriali lombardi a favore del «Sì» per il referendum costituzionale, il leader della Lega Nord ha deciso di dare forfait all'assemblea generale di Assolombarda, che attendeva un suo intervento nel pomeriggio

ROMA – Il leader della Lega Nord, Matteo Salvini, ha disertato l'appuntamento con l'assemblea generale degli industriali che si è svolta a Milano. Ma il segretario del Carroccio non ce l'ha solo con Assolombarda. La scorsa estate aveva deciso di dare forfait anche al Forum Ambrosetti di Cernobbio per le medesime ragioni. Confindustria «è una casta asservita a Renzi», tuona il leader leghista per chiarire la sua posizione e rilancia la battaglia per il «No» al referendum costituzionale.

Salvini dà forfait agli industriali
Il leader della Lega Nord, Matteo Salvini, ieri pomeriggio era atteso presso l'assemblea generale di Assolombarda a Milano. Ma ha deciso di disertare l'incontro con gli industriali e dare forfait. Il segretario del Carroccio ha motivato la sua scelta senza mezzi termini e puntando il dito duramente contro Confindustria. A spingere Salvini in questa direzione è stato l'endorsement degli industriali lombardi a favore del «sì» per il referendum costituzionale dopo il comizio del premier, Matteo Renzi, che era intervenuto dal palco di Assolombarda nel corso della mattinata.

Il contrattacco del leader della lega Nord
«Il comizio di Matteo Renzi per il Sì l’ho già sentito ieri all’Arena di Giletti. Ho preferito incontrare imprenditori liberi, non asserviti al potere di turno», ha esordito Salvini motivando la sua assenza all'assemblea generale di Assolombarda. «Confindustria rappresenta davvero gli imprenditori italiani? No, ormai è casta, sistema di potere, asservita a Renzi», ha proseguito il leader della Lega Nord senza peli sulla lingua. Dopo la rinnovata alleanza tra gli industriali lombardi e il governo Renzi, il segretario del Carroccio ha preferito fare un passo indietro. Anzi, di lato. E piuttosto che partecipare all'assemblea ha scelto il contrattacco.

Assolombarda come Cernobbio
D'altronde non è la prima volta per Salvini. Prima di Assolombarda, nel mirino del segretario del Carroccio c'era stato il Forum Ambrosetti di Cernobbio. Anche il quell'occasione, il leader della Lega Nord era atteso per un intervento intitolato «Le voci delle opposizioni» (in compagnia del capogruppo di Forza Italia alla Camera, Renato Brunetta), ma diede forfait all'ultimo momento. «Non partecipo a un evento che prevede il monologo di Renzi e la passerella dei ministri che stanno affondando il paese e sono schiavi di quest'Europa», disse allora per spiegare la sua assenza. E per sciogliere ogni dubbio sollevato dai giornalisti di turno sulla sua partecipazione al Forum rispose: «Certo che non vengo, mi sembra il concerto sul Titanic».