2 agosto 2021
Aggiornato 06:30
Il Ministro dell'Interno crede nell'exploit di NCD alle regionali

Alfano: «Vinceremo perché occupiamo lo spazio che esiste tra Renzi e Salvini»

Il prossimo 31 maggio alle elezioni regionali ci sarà «la reazione di chi non accetta i modi di Salvini, di chi non aderisce ai diktat di Forza Italia, di chi dice no all'egemonia del PD». Ne è sicuro il leader di Ndc, Angelino Alfano.

ROMA (askanews) - Alle prossime elezioni regionali Ncd vuole tentare di occupare quel grande spazio che esiste tra Renzi e Salvini: «E' una scommessa che vogliamo vincere». Lo ha detto il ministro dell'Interno e leader di Ncd, Angelino Alfano, parlando con i giornalisti prima dell'avvio dei lavori della direzione nazionale del partito. «C'è grande spazio tra Renzi e Salvini - ha detto Alfano - c'è tanta gente che non vuole né l'uno né l'altro. La nostra è una grande scommessa per il futuro: noi vogliamo costruire un'area che serva all'Italia». A chi gli contesta di stare al governo con il Pd, Alfano ha risposto che «noi con coraggio sosteniamo un governo che sta cambiando il paese».

Alfano: Dobbiamo andare avanti tutta!
Il prossimo 31 maggio alle elezioni regionali ci sarà «la reazione di chi non accetta i modi di Salvini, di chi non aderisce ai diktat di Forza Italia, di chi dice no all'egemonia del Pd». Ne è sicuro il leader di Ndc, Angelino Alfano, che, intervenendo ad una convention di Area popolare in vista della prossima consultazione elettorale, ha sottolineato come nel Paese ci sia in atto «una grande scossa tellurica che sta producendo un'area moderata alternativa al Pd». Alfano ha ribadito più volte lo slogan elettorale «Noi siamo quello che realizziamo», ricordando che in sette Regioni «ci sono cinque candidati che non appartengono né all'estrema destra né al Pd. Candidati che si collocano - ha detto - in quel grande spazio esistente tra il Carroccio e il Partito democratico». Alfano ha ricordato l'exploit di Ncd alle scorse elezioni europee, con il milione e 800mila voti raccolti, e il 9 per cento raggiunto alle elezioni in Calabria. «Adesso - ha detto ancora - abbiamo la grande occasione per proseguire una grande sfida. Noi abbiamo scelto la strada più difficile - ha spiegato Alfano - e cioè prima quella di fondare un partito e poi di realizzare un'area politica in grado di sfidare il Pd. Il 31 maggio crediamo nel buonsenso degli italiani, che non possono consegnare il Paese al Pd o andare appresso a chi come Salvini dice, proprio ora che l'economia si va riprendendo, fuori dall'euro e fuori dall'Unione europea. Dobbiamo andare avanti tutta!».