15 giugno 2021
Aggiornato 19:01
Europee 2014

Cicchitto a Berlusconi: «Chi semina vento raccoglie tempesta»

«L'ultimo appello elettorale di Berlusconi: a parte gli insulti a Grillo che rischiano di essere per lui un favore, solo un attacco a Ncd parlando della inutilità dei partiti minori. Non è un buon viatico per la ricostituzione del centrodestra»

ROMA - «L'ultimo appello elettorale di Berlusconi: a parte gli insulti a Grillo che rischiano di essere per lui un favore, solo un attacco a Ncd parlando della inutilità dei partiti minori. Non è un buon viatico per la ricostituzione del centrodestra». Lo ha affermato in una nota Fabrizio Cicchitto, deputato del Nuovo centrodestra, in una nota nella quale lancia un appello a «ricostruire il centrodestra su nuove basi». «Berlusconi - ha aggiunto - è terrorizzato dai voti in libera uscita da Forza Italia a Grillo favoriti sia da una linea estremista e scriteriata seguita da alcuni mesi a questa parte. E allora adesso cerca disperatamente di recuperare qualche voto moderato e ragionevole che invece andrebbe a Ncd. Tutto ciò è la dimostrazione che chi semina vento poi finisce per raccogliere tempesta».
Secondo Cicchitto «aver provocato a suo tempo la frantumazione del centrodestra in tre partiti è stato un errore politico madornale che si è tradotto nella stessa irrilevanza politico-mediatica di Berlusconi in questa campagna elettorale. Bisognerà ricostruire il centrodestra su nuove basi».