19 novembre 2019
Aggiornato 18:00

Monti vede la Clinton, in preparazione all'incontro con Obama

A margine della conferenza europea per la Sicurezza a Monaco di Baviera, il presidente del Consiglio italiano Mario Monti ha avuto un colloquio con il segretario di Stato americano Hillary Clinton: i Rapporti con l'Europa sono saldi

MONACO - A margine della conferenza europea per la Sicurezza a Monaco di Baviera, il presidente del Consiglio italiano Mario Monti ha avuto un colloquio con il segretario di Stato americano Hillary Clinton. L'incontro anticipa e prepara la visita di Monti negli Stati Uniti: sarà un'occasione per discutere delle relazioni fra i due Paesi ma anche della congiuntura italiana ed europea, un tema su cui il segretario di Stato ha espresso grande interesse.
Clinton in precedenza aveva sottolineato l'importanza dell'Europa come partner strategico degli Stati Uniti: «Ho sentito che sono stati espressi dubbi, ma non potrei essere più chiara, l'Europa rimane il nostro primo partner. E i partner della comunità transatlantica non potrebbero essere più allineati. La profondità della collaborazione è notevole», ha detto.

Monti è atteso il prossimo 9 e 10 febbraio negli Stati Uniti, dove si recherà per la prima volta in veste di presidente del Consiglio. In particolare, il 9 sarà alla Casa Bianca per un incontro con Obama: «Italia e Stati Uniti sono alleati nella Nato e si coordinano in modo costante su una vasta gamma di priorità regionali e globali», si leggeva nella nota con cui la Casa Bianca dava annuncio della visita. Obama intende consultarsi con Monti in vista dei meeting G8 del 2012 e dei summit della Nato che gli Stati Uniti ospiteranno a Chicago e vuole discutere con il presidente del Consiglio gli sviluppi della situazione in Medio Oriente e Nord Africa.