21 luglio 2019
Aggiornato 19:30
Con lui moglie, figlia e genero

Trump a Roma, tutto quello che c'è da sapere sulla giornata italiana del Presidente

Un'agenda fittissima, quella che caratterizza la giornata italiana della 'famiglia presidenziale', giunta a Roma ieri alle 18.30. Ecco minuto per minuto tutti gli aggiornamenti sugli spostamenti del presidente Trump e famiglia

ROMA - E' una Roma blindatissima quella che ha accolto Donald J. Trump, atterrato ieri alle 18.30 a Fiumicino in compagnia della moglie Melania e della figlia Ivanka. La famiglia presidenziale è stata accolta dal ministro degli Esteri Angelino Alfano, e si è subito spostata presso la residenza del'ambasciatore americano Villa Taverna, nel quartiere Parioli. Una prima nota di colore c'è stata ieri sera, quando la decisione di Ivanka e del marito Jared Kushner di cenare in un ristorante nel cuore di Roma, a piazza di Sant'Ignazio, ha letteralmente paralizzato le vie del centro. La coppia ha infatti gustato le prelibatezze del locale «Le cave di Sant'Ignazio», a due passi dal Pantheon, dove si sono rifocillati in una stanza a loro riservata. L'agenda del Presidente e della famiglia presidenziale è particolarmente ricca, ed è iniziata questa mattina con il colloquio privato con Papa Francesco.

VEDI ANCHE Ivanka Trump cena a Sant'Ignazio e il cuore di Roma si blinda

Il tweet di Ivanka Trump
Il tweet di Ivanka Trump (Twitter)
Ivanka Trump e consorte a cena in piazza Sant'Ignazio a Roma
Ivanka Trump e consorte a cena in piazza Sant'Ignazio a Roma (PER GENTILE CONCESSIONE DI GERARD O'CONNELL/ANSA)

Il colloquio con il Papa: «Non dimenticherò mai quello che mi ha detto»
Dopo la presentazione della delegazione e lo scambio dei doni nella Sala della Biblioteca, il presidente Usa Donald Trump e la moglie Melania hanno ringraziato cordialmente il Papa e gli hanno stretto la mano per congedarsi. L'incontro è durato circa 40 minuti. Trump ha anche conversato con il prefetto della Casa pontificia mons. Georg Gaenswein, per poi recarsi a colloquio con il segretario di Stato, card. Pietro Parolin, e con il segretario per i Rapporti con gli Stati, mons. Paul Richard Gallagher. L'incontro con il Papa si è svolto nella Sala del Tronetto dell'appartamento papale. I due si sono scambiati una cordiale stretta di mano e alcune parole di saluto. Melania Trump si è presentata vestita in nero, veletta dello stesso colore. Secondo il protocollo vaticano, infatti, soltanto le regine cattoliche possono vestire in bianco, mentre tutte le altre donne ammesse all'incontro con il pontefice devono essere vestite in scuro e con il capo coperto. Secondo i media, il commento di Trump a seguito del colloquio è stato: "Non dimenticherò quello che mi ha detto». Al momento della stretta di mano iniziale, secondo le agenzie di stampa statunitensi, il presidente Usa avrebbe invece detto: «È un grandissimo onore essere qui». Toni dunque molto più rilassati rispetto al passato: il Papa ha infatti aspramente criticato l'intenzione di Trump di costruire il muro al confine tra Stati Uniti e Messico e in generale le sue politiche anti Islam e contro gli immigrati. Non è forse un caso che Bergoglio abbia voluto omaggiare Trump con il messaggio 2017 sulla Giornata della Pace.

Il siparietto tra il Papa e Melania
Durante la visita al Pontefice, i media hanno immortalato anche un divertente siparietto intercorso tra papa Francesco e la First Lady, peraltro nella lingua madre di Melania. In Argentina Francesco ha infatti una nipote, Maria Ines, sposata ad un uomo sloveno. E' così che Jorge Mario Bergoglio ha scoperto, e apprezzato, la potica, impegnativo pane dolce farcito di noci. La voce, peraltro, si è diffusa al punto che, nel corso degli anni, più di un capo di Stato dell'Europa orientale ha portato in regalo al Pontefice argentino una potica. E quando alla fine dell'udienza a Donald Trump il Papa ha stretto la mano ai familiari e ai collaboratori del presidente degli Stati Uniti, la prima che ha salutato è stata, appunto, Melania, la moglie del presidente di origini slovene. E evidentemente impressionato dalla statura di Trump, il Papa ha chiesto a Melania, in spagnolo, «gli dà da mangiare potiza?». Frase colta solo in parte dal monsignore incaricato di fare da interprete, che ha riportato solo metà battuta: «Cosa gli dà da mangiare?». Una domanda alla quale Melania, visibilmente colta di sorpresa, ha risposto con un sorriso, bisbigliando »...pizza».

VEDI ANCHE Trump arriva in Vaticano per incontrare il Papa

VEDI ANCHE Papa Francesco perde il sorriso per le foto di rito con Trump

VEDI ANCHE Trump a Roma, blitz di Greenpeace: messaggio per il Presidente sulla Cupola di S.Pietro

La stretta di mano tra Donald Trump e Papa Francesco
La stretta di mano tra Donald Trump e Papa Francesco (EPA/ALESSANDRA TARANTINO / POOL)
Il presidente Donald Trump e la First Lady Melania durante l'incontro con Papa Francesco
Il presidente Donald Trump e la First Lady Melania durante l'incontro con Papa Francesco (ANSA/AP Photo/Alessandra Tarantino, Pool)

La delegazione presidenziale
Con il Presidente e la First Lady erano presenti anche la figlia Ivanka e il marito Jared Kushner; il segretario di Stato Rex Tillerson; l'assistente del presidente per gli Affari della Sicurezza nazionale H.R. McMaster; la assistente del presidente e direttrice delle Comunicazioni strategiche Hope Hicks; Daniel Scavino, assistente del presidente e direttore dei Social media; Gary Cohn, assistant del presidente e direttore del Consiglio dell'Economia nazionale; Louis Bono, incaricato d'affari ad interim presso la Santa Sede; Dina Powell, vice assistente per gli Affari della Sicurezza nazionale; Keith Schiller, vice assistente e direttore delle operazioni dello Studio ovale; Alessandra Bonatti, interprete.

La First Lady Melania Trump stringe la mano a Papa Francesco
La First Lady Melania Trump stringe la mano a Papa Francesco (ANSA/L'Osservatore Romano)
Ivanka Trump stringe la mano a Papa Francesco
Ivanka Trump stringe la mano a Papa Francesco (ANSA/L'Osservatore Romano)

VEDI ANCHE Trump da papa Francesco, mezz'ora di colloquio e un regalo simbolo di pace

LEGGI ANCHE Trump a Roma, massima allerta per l'arrivo del Presidente nella Capitale

Da Mattarella
In seguito, intorno alle 10, il presidente americano si è concesso un momento di relax visitando la Cappella Sistina e la Basilica di San Pietro, insieme con la moglie Melania. Alle 11.15, Trump si è recato al Quirinale per una prima presa di contatto con Sergio Mattarella. Con lui, il segretario di Stato Rex Tillerson; a rappresentare l'Italia, il ministro degli Esteri Angelino Alfano. Trump ha ricevuto gli onori militari nel cortile del Quirinale.

Da Gentiloni
Successivamente Trump è rientrato a Villa Taverna, dove alle 12.25 ha incontrato il premier Paolo Gentiloni. Si tratta del secondo faccia a faccia dopo quello dello scorso 20 aprile a Washington, che ha ancora più rilevanza in vista del G7 siciliano. Proprio il G7 di Taormina e la questione del terrorismo sono stati due dei temi affrontati nel corso dell'incontro. Il G7, si apprende da fonti di governo, è infatti visto come occasione per mostrare l'unità dei leader e dei Paesi e l'impegno comune e la determinazione contro il terrorismo, all'indomani della strage di Manchester. Al centro del colloquio anche la questione migratoria come sfida globale per il G7 di Taormina di cui Gentiloni e Trump avevano già parlato nel loro incontro alla Casa Bianca un mese fa. I due leader hanno infine parlato anche dell'importanza del tema climatico e la questione degli scambi commerciali, per conciliare libertà e reciprocità.  Nel frattempo, le due signore della famiglia Trump hanno seguito due programmi alternativi.

Il presidente Usa Donald Trump ricevuto a Villa Taverna dal premier Paolo Gentiloni
Il presidente Usa Donald Trump ricevuto a Villa Taverna dal premier Paolo Gentiloni (ANSA/ETTORE FERRARI)

VEDI ANCHE Trump a Roma, il blindato presidenziale sfreccia a Piazza Venezia

Il programma di Melania e Ivanka
Melania, alle 11.15, si è recata a visitare l'eccellenza dell'ospedale pediatrico vaticano Bambino Gesù. Dopo la visita, ha raggiunto il marito a Villa Taverna, dove ha salutato il presidente del Consiglio Gentiloni. Una volta usciti fotografi e telecamere, secondo quanto si apprende, è entrata a sorpresa Melania, di ritorno dal Bambin Gesù. La first lady si sarebbe rivolta a Gentiloni parlando in italiano e dicendo: «Ciao come stai?». Hanno parlato per qualche istante del Bambin Gesù e si sono dati appuntamento a Taormina con Emanuela, la signora Gentiloni. Trump ha sottolineato come Melania parli 6 lingue. La First Daughter Ivanka si è invece spostata a Trastevere, ospite della Comunità di S.Egidio, dove ha incontrato anche un gruppo di donne vittime del traffico di esseri umani. Il Presidente e la First Lady sono ripartiti dall'aeroporto di Fiumicino, da dove l'Air Force One si è alzato in volo in direzione di Bruxelles. La figlia Ivanka, invece, si è trattenuta a Roma e ha incontrato il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi.  «Con Ivanka Trump per parlare di G7 su pari opportunità, violenza sulle donne, tratta di esseri umani. Italia e USA #avanti #insieme» ha scritto su Twitter la Boschi, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, dopo l'incontro con la figlia di Donald Trump a Villa Taverna a Roma. «Abbiamo discusso - aggiunge in un post su Facebook - dell'impegno di Italia e Stati Uniti contro la violenza sulle donne e a favore dell'empowerment economico femminile, anche in vista del prossimo G7 pari opportunità di Taormina».

VEDI ANCHE Melania Trump gioca con i piccoli pazienti al Bambino Gesù

VEDI ANCHE Trump a Roma, la visita del Presidente in 90 secondi

La First Lady in visita all'ospedale pediatrico Bambin Gesù
La First Lady in visita all'ospedale pediatrico Bambin Gesù (ANSA/ REMO CASILLI - REUTERS POOL)
Ivanka Trump presso alla Comunità di Sant'Egidio
Ivanka Trump presso alla Comunità di Sant'Egidio (ANSA / MASSIMO PERCOSSI)
Il tweet della First Daughter dopo la sua visita alla Comunità di Sant'Egidio
Il tweet della First Daughter dopo la sua visita alla Comunità di Sant'Egidio (Twitter)