15 settembre 2019
Aggiornato 18:30
Criptovalute

Facebook, la Ue mette sotto inchiesta la criptomoneta Libra

La Commissione europea sta indagando su possibili pratiche anticoncorrenziali legate all'introduzione della nuova moneta virtuale

Facebook, la Ue mette sotto inchiesta la criptomoneta Libra
Facebook, la Ue mette sotto inchiesta la criptomoneta Libra ANSA

MILANO - Faro dell'Antitrust europeo su Libra, la criptovaluta di Facebook, attesa al debutto per il 2020. Lo riporta la stampa internazionale, secondo cui la Commissione europea sta indagando su possibili pratiche anticoncorrenziali legate all'introduzione della nuova moneta virtuale. Nel mirino dell'authority la governance del consorzio che gestirà la criptovaluta, composto, oltre che da Facebook, anche dai big del settore, come Visa, Mastercard e PayPal. Inoltre, Bruxelles vuole verificare gli effetti sulle App del social network, come Whatsapp e Messenger, su cui Libra dovrebbe essere integrata.

Raccolta preliminare di informazioni

L’indagine, per il momento limitata a una raccolta preliminare di informazioni, si aggiunge alla levata di scudi che autorità economiche e politiche che ha accolto il progetto di criptovaluta annunciato a giugno da Facebook, che ambisce a creare un sistema economico globale incentrato su Libra. In ogni caso Facebook ha già anticipato di voler ottenere per la criptovaluta il via libera delle autorità regolamentari dei Paesi in cui vorrà operare.