Innovazione | Blockchian

Gli «incredibili» stipendi degli sviluppatori di Blockchain

La Blockchian sta alla base delle Intial Coin Offer e il business generato dal segmento ha fatto schizzare alle stelle gli stipendi di cui si occupa di questa tecnologia in Svizzera

Gli sviluppatori della Blockchian stanno guadagnando fino a 180mila dollari all'anno
Gli sviluppatori della Blockchian stanno guadagnando fino a 180mila dollari all'anno (Shutterstock.com)

ZURIGO - Illegali o legali che siano, il segmento delle Intial Coin Offer sta generando un business senza precedenti. Sono oltre 3 i miliardi (secondo Coindesk) di dollari raccolti dal lancio di ICO, solo nel 2017. Una cifra esorbitante se paragonata a quella di fondi raccolti dalle startup attraverso altri strumenti finanziari come il Venture Capital. A far gola, oltre al business generato, è anche lo stipendio che chi si occupa di Blockchain può ricevere. In Svizzera, Paese pioniere nel segmento delle Initial Coin Offer, gli stipendi possono raggiungere anche i 180mila dollari all’anno.

Secondo Thomas Bertani, CEO di Eidoo, che ha recentemente rilasciato un’intervista a Business Insider, gli sviluppatori con esperienza nella Blockchain (che è alla base delle ICO), possono gestire stipendi compresi tra i 10mila e 15mila dollari al mese, in Svizzera. Eidoo, startup con sede in Svizzera, ma dal team italiano, ha raccolto ben 21 milioni di dollari proprio attraverso le ICO. Nello specifico quello che la startup farà è creare un’app - estremamente facile da usare - che possa portare il mondo delle criptomonete all’uso più comune. Acquistare uno dei suoi token, di fatto, significa avere accesso, in futuro, ai suoi servizi.

Grazie all'approccio permissivo dell'autorità di regolamentazione nei confronti delle ICO, la Svizzera ha registrato una decisa impennata di società che si occupano di Blockchain. Benché sentiamo spesso parlare di ICO, non è detto che il suo significato sia effettivamente così chiaro. Di fatto, l’ICO è un sistema non regolamentato per richiedere finanziamenti. In parole povere l’emissione di una moneta virtuale con il quale il compratore acquisisce alcuni diritti che potranno essere esercitati nell’ambito dei servizi offerti dall’emittente. Non tutti gli emittenti, però, sono in grado di emettere una moneta, ma emettono - in realtà - dei token ovvero un insieme di codici pseudo casuali basati su un codice sorgente al quale è attribuibile un valore economico.

Leggi anche: Perchè finanziarsi attraverso un'ICO è una questione di «valore» »

Mentre alcuni paesi come la Cina e la Corea del Sud hanno vietato tassativamente le ICO, la Svizzera ha cercato di diventare il fulcro di questo nuovo tipo di investimenti, che alcuni vedono come il futuro della raccolta di fondi. Secondo quanto dichiarato da Bertani, infatti, è sufficiente mostrare all’autorità competente il white paper relativo al progetto che s’intende finanziare attraverso le ICO e attendere che questo venga visionato, approvato o meno. Per essere chiari il white paper è un documento che descrive il progetto, le sue fasi di sviluppo e, soprattutto, in che modo saranno utilizzate le risorse, soprattutto per far intendere i piani di ICO ai potenziali investitori. Di conseguenza, molte società che svolgono attività di ICO hanno scelto di fondare una parte o la totalità delle loro attività in Svizzera. La Crypto Valley Association elenca oltre 100 membri, tra organizzazioni e individui.

La maggior parte delle aziende che quest'anno hanno perseguito i propri obiettivi attraverso le ICO tendono a essere legate alle criptomonete o alla tecnologia Blockchain che le sostengono e questo ha fatto schizzare verso l’alto lo stipendio degli sviluppatori nel paese. Per darvi un’idea di ciò di cui stiamo parlando basti pensare che lo stipendio medio di uno sviluppatore Blockchain negli Stati Uniti varia da circa 86.671 dollari all' anno per il Marketer a 114.491 dollari all'anno per il Senior Software Engineer (fonte Indeed). Il raffronto è abbastanza intuitivo e questo dipende, in buona percentuale, sia dal fatto che sviluppatori esperti siano difficili da trovare, sia dal costo della vita che si deve effettivamente affrontare in un paese come la Svizzera.

Ovviamente non si tratta solo di startup aziendali che assumono sviluppatori Blockchain, ma anche istituzioni finanziarie legacy, tra cui aziende come JP Morgan Chase, Visa, Citi e NASDAQ. Altri settori che lavorano sull'implementazione della tecnologia Blockchain includono governo e sanità. Lo stesso stanno facendo Microsoft e IBM.