17 luglio 2019
Aggiornato 08:30
wearables

Il braccialetto che previene le crisi epilettiche

L'orologio è in grado di registrare i cambiamenti fisiologici che avvengono nel nostro corpo. Aiuta chi soffre di epilessia

MILANO - E’ un wearable, una di quelle tecnologie indossabili, collegate a Internet che rendono le pratiche quotidiane più semplici e anche la vita, soprattutto per chi soffre di qualche forma di disabilità. E così, un semplice orologio da polso, non segna solo l’ora, non monitora soltanto i livelli fisiologici di chi lo indossa. E’ anche in grado - per chi soffre di epilessia - di allertare un contatto prestabilito quando una crisi convulsiva è alle porte per il soggetto che indossa l’orologio.

Misura le attività fisiologiche del corpo
Si chiama Embrace ed è stato prodotto da Empatica, startup nata a Milano grazie a PoliHub, l’incubatole di startup del Politecnico di Milano. In linea generale il wearable è in grado di tracciare le principali reazioni fisiologiche dell’organismo, quindi stress, sonno e attività fisica. I sensori all’interno dello smartwatch sono di qualità medica certificata e sono in grado di rilevare la soglia fisiologica massima a cui il corpo può essere sottoposto. Ad esempio, può essere impostata una funzione tale per cui l’orologio comincia a vibrare quando si è superato un determinato livello di stress. Il tutto avviene grazie a un’app dedicata, Empatica Mate, che diventa un vero e proprio allenatore virtuale. Il dispositivo registra i cambiamenti che si verificano fisiologicamente nel nostro corpo in qualsiasi momento della giornata: quando ci alziamo, andiamo a lavoro, prendiamo l'autobus o facciamo la spesa. In questo modo è anche capace di dirci quante calorie bruciamo.

Il braccialetto contro l’epilessia
Embrace ha un design decisamente sportivo ed è costruito con un cinturino di pelle, un LED e una batteria in grado di durare almeno 6 mesi. E’ un dispositivo unico poiché è in grado di capire se il soggetto che lo indossa sta per essere coinvolto in una crisi epilettica. E questo perché è in grado di misurare l’attività elettrodermica. Quando una persona si stressa o si emoziona, la quantità di sudore nella pelle varia. I sensori presenti in Embrace sono pertanto capaci di tenere traccia delle variazioni di tale valore, e di comunicare a chi lo indossa (attraverso una vibrazione) quando il livello di stress supera quelli consigliati. In questo caso, va ad allertare l’utente di un possibile attacco epilettico in arrivo.