19 ottobre 2019
Aggiornato 01:30
Crisi coreana

La Corea del Nord mette in guardia sui pericoli crescenti delle guerra

Pyongyang: «Si sta creando una situazione seria che potrebbe portare a un ritorno al passato e (al rischio di) disastri imminenti, a causa dei crescenti pericoli della guerra»

Militari nordcoreani
Militari nordcoreani ANSA

PYONGYANG - La Corea del Nord ha messo in guardia contro «i pericoli crescenti della guerra» in occasione del primo anniversario dello storico vertice tra responsabili nordcoreani e sudcoreani, che la Corea del Sud ha celebrato con una cerimonia boicottata dal regime da Pyongyang. In un lungo comunicato stampa diffuso dall'agenzia ufficiale del regime comunista Kcna, il Comitato per la riunificazione pacifica del Paese, che è responsabile in Corea del Nord delle relazioni con la Corea del Sud, ha invitato Seoul a «lavorare più attivamente» per migliorare queste relazioni.

«Si sta creando una situazione seria che potrebbe portare a un ritorno al passato e (al rischio di) disastri imminenti, a causa dei crescenti pericoli della guerra», ha aggiunto l'organizzazione, che accusa le pressioni che gli Stati Uniti, a suo avviso, stanno esercitando sulla Corea del Sud.

In questo contesto, Pyongyang non ha risposto all'invito di questa settimana da parte di Seoul a partecipare alla cerimonia che si è tenuta nella zona smilitarizzata che divide a metà la penisola coreana, per commemorare il primo summit tra il numero uno della Corea del Nord Kim Jong-un e il presidente della Corea del Sud Moon Jae-in, che si è svolto esattamente un anno fa. «È un nuovo percorso e dobbiamo intraprenderlo tutti insieme, a volte dobbiamo aspettare quelli che sono più lenti e recuperare», ha detto il presidente sudcoreano, assente, in un video messaggio a Panmunjom.

Putin a Pechino: colleghi informati su incontro con Kim e Ucraina

Il presidente russo Vladimir Putin ha annunciato di avere informato i partecipanti al Forum di Pechino sulla Belt and Road Initiative dei risultati del suo incontro con il leader nordcoreano Kim Jong Un, nonché della visione russa sulla risoluzione del conflitto in Ucraina. «Oggi ho incontrato molti colleghi provenienti da paesi europei. Naturalmente, li ho informati sulla nostra visione dello sviluppo della situazione in Ucraina, sull'ulteriore attuazione degli accordi di Minsk», ha detto Putin, citato dall'agenzia Ria, aggiungendo di avere anche informato «i colleghi dei risultati dell'incontro con il leader nordcoreano».