8 marzo 2021
Aggiornato 06:30
Medio Oriente

Netanyahu: La risposta ad Ahmadinejad data qui 62 anni fa

Presidente iraniano aveva detto agli israeliani: Sparirete

Bint Jbeil, 14 ott  - Israele ha vissuto con inquietudine la vicinanza del presidente iraniano, Mahmoud Ahmadinejad, in visita a Bint Jbeil, località libanese a quattro chilometri dal confine, luogo simbolo della resistenza di Hezbollah durante la guerra del 2006.

"La migliore risposta alle aggressioni verbali proferite dall'altra parte della frontiera è stata data qui, 62 anni fa" ha dichiarato il primo ministro israeliano, Benjamin Netanyahu, riferendosi alla creazione dello Stato d'Israele nel 1948.

"Le sue intenzioni sono ostili e viene a giocare con il fuoco" aveva affermato ieri il portavoce del ministero degli Esteri israeliano, Yigal Palmor, che aveva giudicato la visita in Libano "provocatoria e destabilizzante".

Allo stadio di Bint Jbeil, davanti a 15.000 persone, Ahmadinejad ha ripetuto che "i sionisti spariranno", esaltando la resistenza di Hezbollah. Il presidente iraniano, in visita per la prima volta in Libano, non era mai stato così vicino ai 'nemici sionisti', che "non hanno scelta: devono tornare nel loro Paese di origine" ha dichiarato parlando della Palestina.