17 ottobre 2019
Aggiornato 08:00
un limite pari a 20 volte la minima

Pensioni, Meloni attacca Renzi: «Fa promesse da marinaio per fregare gli italiani»

La candidata sindaco di Roma punta il dito contro il premier e lo accusa di far promesse vane per "rubare" i voti degli elettori durante le campagne elettorali. La proposta di FdI verte invece sulle pensioni d'oro: ecco cosa farebbe Giorgia Meloni

ROMA - C'è anche il possibile aumento degli assegni previdenziali minimi tra i capitoli della riforma delle pensioni nell'agenda del governo Renzi. Ma secondo la candidata sindaco di Roma e presidente di Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale, Giorgia Meloni, si tratta di una bomba mediatica lanciata per conquistare il favore dell'elettorato in piena campagna elettorale.

La candidata sindaco punta il dito contro il premier
Giorgia Meloni attacca senza mezze misure Matteo Renzi. E lo accusa di fare promesse da marinaio in prossimità delle elezioni per rubare i voti degli italiani: «Ogni volta che siamo in campagna elettorale Renzi tira fuori una promessa per convincere gli elettori", ha sottolineato la candidata sindaco intervenuta a "Mattino 5" su canale 5. Meloni ha commentato in diretta Tv il video in cui il premier ha risposto evasivamente a una signora che gli chiedeva un impegno sull'aumento delle pensioni minime.

Promesse per "rubare" voti in campagna elettorale
«Vi ricordate quando promise che gli 80 euro li avrebbe allargati anche alle partire Iva? Avevamo detto che non lo poteva fare, e non lo ha fatto. Sappiate che non li darà ai pensionati, servirà solo a fregare i vostri voti in campagna elettorale», ha ribadito la presidente di FdI, secondo la quale Renzi da un lato promette di aumentare le pensioni minime, ma dall'altro non ha i soldi per mantenere fede alla parola data perché «continua a spendere miliardi di euro per fare le marchette alle banche».

La proposta di FdI sulle pensioni d'oro
Giorgia Meloni, invece, lancia una proposta chiara tornando ancora una volta su un tema che le è caro: quello delle pensioni d'oro. «Noi paghiamo pensioni da 90mila euro al mese, tagliamole», ha rilanciato la candidata sindaco. L'Inps sostiene che non si possono ricalcolare le pensioni oltre una certa soglia, quindi una buona idea sarebbe quella di porre un limite che potrebbe corrispondere a 20 volte la pensione minima. «Una persona potrà campare con 6mila euro al mese? Il resto lo tagliamo tutto», ha concluso Meloni. In un post pubblicato su Facebook, la candidata sindaco ha ricordato che nel 2013 proprio la proposta di legge lanciata da FdI per tagliare le pensioni d'oro venne bocciata per i voti contrari di Pd, Sel, Scelta Civica, Per l'Italia, Ncd e l'astensione di FI e del Movimento 5 stelle.