19 ottobre 2019
Aggiornato 13:30
Verso Expo 2015

Martina: Expo punto di forza dell'Italia è agroalimentare

Il ministro alle Politiche agricole Maurizio Martina a margine dell'inaugurazione dell'anno accademico dello Iulm sostiene che l'Expo sarà una grande occasione anche per le università italiane.

MILANO (askanews) - I sei mesi di Expo «si dimostreranno una grande occasione anche per le università italiane milanesi e sicuramente per lo Iulm perché formazione ed esposizione universale sono due binari che devono viaggiare di pari passo». Lo ha dichiarato il ministro alle Politiche agricole Maurizio Martina a margine dell'inaugurazione dell'anno accademico dello Iulm.

Guardare a potenzialità contenuti per comprendere sfide del Paese
Secondo il ministro i sei mesi dell'esposizione «saranno intensissimi e sono convinto che se rimaniamo concentrati sulla potenzialità dei suoi contenuti capiremo anche la portata delle sfide che l'Italia si è caricata». Secondo il ministro infatti il titolo di Expo 'Nutrire il pianeta energia per la vita' ha l'obiettivo di affrontare «la grande questione alimentare globale, il grande tema geopolitico che attraverserà le relazioni tra paesi, continenti, sistemi economici da qui ai prossimi anni e in tutto questo il tema di fondo è quale sarà il ruolo dell'Italia in questo nuovo scenario».

I punti di forza dell'Italia nell'agroalimentare
Per il ministro l'Italia può giocare un ruolo importante perché «la vicenda agroalimentare italiana con tutte le sue particolarità può essere un paradigma della prospettiva di questo Paese, perché noi in questo settore abbiamo dei punti di forza straordinari: siamo nettamente un Paese unico al mondo per la biodiversità che esprimiamo». In conclusione, secondo Martina «C'è un connubio assolutamente originale tra manifattura, formazione e esperienze agroalimentari e qui il ruolo dello Iulm è centrale perché formare nuovi percorsi, nuovi talenti e persone e intrecciare sempre più, sempre meglio la prospettiva dei nostri settori agroalimentari è un grande tema, uno degli orizzonti nuovi di questa partita quindi è molto importante lavorare sempre di più insieme».