18 agosto 2019
Aggiornato 01:00
Lavoro | Vertenza Alcoa

Passera: Alcoa è un caso quasi impossibile

Quella di Alcoa è una situazione quasi impossibile, data la difficoltà a trovare investitori disposti a portare avanti il progetto. Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera intervenuto alla festa del Pd a Reggio Emilia. Ginefra (PD): Passera-Schettino non fugga responsabilità

ROMA - Quella di Alcoa è una situazione quasi impossibile, data la difficoltà a trovare investitori disposti a portare avanti il progetto. Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera intervenuto alla festa del Pd a Reggio Emilia. «Non dobbiamo nasconderci: la situazione è quasi impossibile. Di scarsissimo interesse per investitori e peraltro costa», ha detto Passera.
«Continuiamo a lavorare - ha aggiunto - e intendiamo mantenere i patti». Passera ha spiegato che quella di Alcoa «è una vertenza che gestiamo ormai da mesi».
«Siamo riusciti a convincere l'azienda a rimandare la chiusura a fine anno e l'impegno a tenere manutenuta l'azienda», nel caso si trovi un nuovo compratore.
Alcoa, ha chiarito il ministro, «ha accettato di integrare gli ammortizzatori sociali per alcuni anni e tutti insieme abbiamo fatto un accordo a primavera che prevedeva che senza compratori entro agosto, l'azienda avrebbe cominciato a spegnere impianto».
Il ministro ha aggiunto che finora «non ci sono stati veri impegni per un'acquisizione».

Ginefra (Pd): Passera-Schettino non fugga responsabilità - «Le parole di Passera in merito alla vertenza Alcoa suonano come la fuga di Schettino dalla nave che affondava». Lo dice il deputato del Pd Dario Ginefra, che aggiunge: «Il ministro Passera si assuma tutte le sue responsabilità e ponga in essere ogni azione utile a salvare questo importante stabilimento. La politica italiana non ha bisogno di speaker ma di decisori. Se non è in grado di fare il suo mestiere il buon Passera contempli la fase tre del suo mandato, bypassando quella due dello sviluppo da sempre annunciata ma ancora inevasa, quella delle sue dimissioni».

Pdl: Increduli per le dichiarazione del Ministro - «Siamo increduli e perplessi per una dichiarazione almeno poco prudente da parte del ministro Passera chiamato a seguire col massimo impegno la vicenda Alcoa, una vicenda che non riguarda esclusivamente la situazione produttiva e occupazionale della Sardegna. E che sarà dunque emblematica per la sua soluzione o meno». Lo hanno dichiarato in una nota i deputati del Pdl Salvatore Cicu e Piero Testoni presenti all'incontro di oggi tra il segretario del Pdl Alfano e i sindacati.
«E' chiaro - hanno sottolineato - che non ci sono investitori se proprio Passera per primo, che è il ministro dello Sviluppo economico, non dice che il settore dell'allumino è strategico a livello nazionale e se non dà certezza oltre che nella sostanza anche nella tempistica al percorso legislativo per la riduzione della tariffa energetica a livelli di competizione europea. Va favorita dunque - hanno concluso - la partecipazione dei fornitori di energia italiani, come l' Enel, e attrarre anche investitori internazionali contenendo il costo dell'energia per garantire competitività».