27 maggio 2020
Aggiornato 18:30
Agricoltura | Riforma PAC

Bruni (Cogeca): Bene obiettivo Parlamento Europeo e Consiglio UE di ridurre burocrazia in futura Pac

«Chiediamo tuttavia alle istituzioni comunitarie di tradurre in provvedimenti concreti tale obiettivo e di non limitarsi ad utilizzarlo come slogan»

ROMA - Presente questo pomeriggio a Bruxelles alla riunione congiunta della commissione agricoltura del Parlamento Europeo, del Consiglio dei ministri agricoli dell'Unione Europea e con la presenza del commissario Dacian Ciolos, Paolo Bruni presidente di Cogeca dopo aver fatto un plauso all ' iniziativa di utile confronto voluta dal presidente Comagri Paolo De Castro ha messo l'accento sulla necessità di semplificare la Pac espressa da tutti i presenti: «registriamo con soddisfazione che su questa esigenza dell'agricoltura europea vi sia ampia condivisione, chiediamo tuttavia alle istituzioni comunitarie di tradurre in provvedimenti concreti tale obiettivo e di non limitarsi ad utilizzarlo come slogan».

Bruni ha poi aggiunto di «condividere l'opinione di coloro che ritengono indispensabile allineare i tempi della riforma e quelli della definizione del futuro quadro finanziario», insistendo inoltre sulla «necessità di migliorare la definizione di agricoltore attivo, di introdurre elementi di flessibilità nella definizione dei tetti massimi di aiuti e nell'applicazione delle misure del greening oltre che di prevedere incentivi finanziari al rafforzamento delle organizzazioni di produttori che gestiscono effettivamente il prodotto per rendere davvero credibile l'ambizione di rafforzare il ruolo dei produttori agricoli e riequilibrare i rapporti di forza all'interno della filiera alimentare»

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal