14 ottobre 2019
Aggiornato 00:00
Formula 1

Ripescato 8 anni dopo l'ultimo test: ora debutterà in F1!

Il suo sogno d'infanzia, quello di correre nella categoria regina dell'automobilismo, sembrava destinato a rimanere irrealizzato per sempre. Invece, per il posto che si è liberato nel Gran Premio degli Stati Uniti, la Toro Rosso ha scelto proprio il suo vecchio collaudatore: Brendon Hartley

Formula 1

Ricciardo e Verstappen: Red Bull li blinda, Mercedes e Ferrari li tentano

I due piloti dei Bibitari sono i pezzi pregiati del mercato, sogni proibiti degli altri due top team. I loro contratti scadono rispettivamente a fine 2018 e 2019: «Ed è comprensibile che vogliano guardarsi intorno», conferma il plenipotenziario Marko. Ma il team principal Horner vuole riconfermarli fino al 2020

Formula 1 | Gran Premio del Giappone

Licenziato nel mezzo della stagione: «Domani il mio ultimo GP»

Ora è ufficiale: la Renault è riuscita a liberarsi di Jolyon Palmer, che a Suzuka correrà la sua ultima gara con il team francese. Dal prossimo appuntamento gli subentrerà Carlos Sainz, concesso in prestito dalla Toro Rosso, che a sua volta rimetterà in macchina Daniil Kvyat a fianco di Pierre Gasly

Formula 1

Il volto nuovo della F1: chi è Pierre Gasly

Conosciamo meglio l'ultimo arrivato nel Mondiale, che debutterà questo weekend nel Gran Premio di Malesia sostituendo Daniil Kvyat alla Toro Rosso. Campione europeo di Formula Renault nel 2013, l'anno scorso conquista il titolo nella serie cadetta GP2 sul filo di lana, prima di emigrare in Giappone

Formula 1

Cambio di piloti in Toro Rosso: «Il più forte resterà nel 2018»

Reduce da una stagione deludente, in cui «tra problemi tecnici ed errori non ha espresso il suo potenziale», come spiega il team principal Franz Tost, il russo Daniil Kvyat viene rimesso in panchina. Al suo posto correrà Pierre Gasly, che avrà la chance di meritarsi il sedile da titolare per il prossimo anno