24 agosto 2019
Aggiornato 05:30

Minardi: Una delle migliori vittorie di Vettel e della Ferrari

L'ex team principal Gian Carlo spende grandi complimenti per il successo di Seb a Sakhir: «Sudato ma intenso, di forza, lucidità, tranquillità e intelligenza»

FAENZA – Due su due: dopo il successo nel Gran Premio inaugurale in Australia, Vettel fa il bis anche nella seconda tappa in Bahrein. «Credo che Sebastian Vettel abbia festeggiato i suoi duecento Gran Premi con una vittoria sudata ma intensa, una delle migliori della sua carriera e della Ferrari – racconta il nostro Gian Carlo Minardi – Il weekend è stato all'insegna della forza, della lucidità e della tranquillità, che ha permesso alla Rossa di portare a termine una gara mai provata prima: è riuscito a fare un numero spropositato di giri, ben 39, con le gomme morbide. La definirei una corsa d'intelligenza, perché l'incidente che si è verificato ai box probabilmente ha fatto cambiare anche le strategie, più per marcare Lewis Hamilton che Valtteri Bottas. Questo ha valorizzato il quattro volte campione del mondo che è riuscito a contenere la rimonta del finlandese».

Adrenalina a fiumi
Vittoria della Ferrari a parte, le emozioni non sono comunque mancate durante tutta la gara: «Un weekend fantastico, alla faccia di chi denigra questa Formula 1: oggi abbiamo vissuto una gara entusiasmante, tirata fino all'ultimo secondo – prosegue l'ex team principal – Con addirittura due battaglie: quella tra i primi tre, Vettel, Bottas e Hamilton, e quella dei secondi, con una Toro Rosso fantastica e un Pierre Gasly che ha fatto una partenza eccezionale e poi ha saputo mantenere il quarto posto per tutta la corsa, facendo anche una serie di giri in continuo miglioramento. Abbiamo davanti diciannove Gran Premi che ci faranno ancora divertire come oggi».