13 novembre 2019
Aggiornato 03:30
L'enigma Iraq

Mosul, perché (e per cosa) anche noi italiani combattiamo sul campo

Quale sia il nostro compito e cosa facciamo è ignoto. Sicuramente rispondiamo ad una chiamata che giunge dagli Stati Uniti, e come spesso accade il Governo tenta di mitigare il ruolo dell’esercito, mascherando le operazioni sotto una potente retorica.

Politica

L'Iraq verso il voto

Il 30 aprile si rinnoverà il Parlamento. Per ora la camapgna elettorale nella capitale fila liscia ma si temono nuovi attentati. Il governo, guidato da Nuri al-Maliki che punta al terzo mandato, è infatti alle prese con uno dei momenti più sanguinosi nella storia recente del Paese

Gli attentati non fermano il voto

Iraq, affluenza al 62%. Al Maliki in testa

Lo annuncia la Commissione elettorale irachena. Il premier avanza in 9 delle 18 province. Frattini: «Grande successo per gli iracheni»

Secondo i dati preliminari ottenuti da Afp

Iraq al voto, Al Maliki in testa

Per gli analisti la maggioranza conquistata non appare sufficiente per garantirgli di riconquistare la poltrona di Primo ministro