20 agosto 2018
Aggiornato 14:30

Beltramo e Corgnati: Quella grandissima pole di Valentino Rossi

Al Mugello il Dottore andato fortissimo, lui che di solito non un tipo da qualifica. Ma oggi la sorpresa potrebbe arrivare da un altro italiano, Andrea Iannone

SCARPERIA – Sorprendente, strepitoso, esaltante: il campione più tifato (ma meno prevedibile) ha infiammato le tribune del circuito del Mugello nelle qualifiche di ieri del Gran Premio d'Italia di MotoGp. «È di nuovo MuGiallo... – racconta il nostro Paolo Beltramo – Valentino Rossi ha di nuovo ottenuto una grandissima pole position, l'ultima volta ci era riuscito a Motegi nel 2016, che tanto per essere legati ai numeri è stata ottenuta con il tempo di 1:46. È andato fortissimo, lui che non è un tipo da pole position ma da gara». I suoi avversari spagnoli sono relegati alle sue spalle: «Jorge Lorenzo straordinario secondo con la Ducati e Maverick Vinales terzo: non sappiamo se la Yamaha sia tornata ai suoi livelli, ma qui, in prova, sicuramente lo è stata».

Occhio ai nostri portacolori
In termini di passo gara, però, sono almeno sette i piloti che, sulla carta, possono giocarsi la vittoria. E se Vale sa che dovrà stringere i denti anche oggi, potrebbero recuperare le Ducati, insieme ad un altro italiano: «Andrea Iannone è stato primo praticamente sempre, tranne in qualifica – prosegue Paolone – Ma il tempo ideale più veloce di tutti, come ha fatto notare lui stesso, è suo. È stato molto costante e potrebbe essere lui la sorpresa di questa giornata, con una Suzuki dalla quale si separerà».