4 dicembre 2022
Aggiornato 23:30
Motociclismo

Francesco Bagnaia al primo match ball iridato: «C'è un po' di agitazione»

Con il terzo posto a Phillip Island, Bagnaia è salito in testa al Mondiale con 14 punti di vantaggio su Quartararo a due gare dalla fine. Pecco può laurearsi campione del mondo già nel prossimo GP a Sepang.

Primo match Ball per Pecco Bagnaia
Primo match Ball per Pecco Bagnaia Foto: Ducati

Primo match Ball per Pecco Bagnaia che, dopo una rimonta da 105 punti, in Malesia potrà conquistare il titolo iridato con una gara di anticipo. Con il terzo posto a Phillip Island, Bagnaia è salito in testa al Mondiale con 14 punti di vantaggio su Quartararo a due gare dalla fine. Pecco può laurearsi campione del mondo già nel prossimo GP a Sepang: gli basterà guadagnare altri 11 punti sul francese.

«Io ho fatto tutto nella norma in previsione di questo GP - ha detto a Sky il torinese - anche se alla fine ci sta un po' di agitazione e di pressione: potrebbe essere il mio primo titolo in MotoGP, potrebbe essere il secondo titolo piloti per Ducati dopo 15 anni, quindi c'è un po' di tensione nell'aria, ma io la sto vivendo molto bene, sento di dover fare il mio lavoro e sento di poterlo fare bene. Comunque non c'è fretta, c'è questa gara per vincere il Mondiale, ma c'è anche Valencia: se fosse possibile vincere il titolo qui a Sepang bene, altrimenti c'è un'altra gara a disposizione, non bisogna chiudere per forza qui, anche se naturalmente sarebbe bello arrivare più sereno all'ultimo appuntamento dell'anno».

«Le persone che volevo qui con me a Sepang ci sono, so che il mio team farà un grande lavoro, so che abbiamo la possibilità di fare bene, il nostro potenziale è sempre alto, questa è una pista dove possiamo fare bene. quindi penso principalmente a fare un weekend normale, come deve essere, cercando di essere veloce da subito, perché le condizioni qui sono un po' particolari tra pioggia, asciutto, bagnato, il caldo... Voglio essere molto competitivo per la gara, questa è una delle mie piste preferite».

Nelle prime libere di Sepang comanda Binder, Bagnaia undicesimo

Il weekend del Gran Premio della Malesia, che torna nel calendario della MotoGP dopo tre anni d'assenza, si apre nel segno di Brad Binder, autore di un 1'59"479 con la sua KTM favorito dal gancio di un Marc Marquez parso ancora in ottima forma. L'otto volte campione del mondo ha portato avanti un lavoro di prove aerodinamiche sulla sua Honda, ma nel finale ha piazzato un 1'59"623 con la gomma soft al posteriore, chiudendo al terzo posto, alle spalle anche della Suzuki di Alex Rins, velocissimo anche a Sepang dopo la bella vittoria di domenica scorsa a Phillip Island.

Fabio Quartararo ha chiuso settimo alle spalle anche della Ducati del Prima Pramac Racing affidata a Jorge Martin. Bisogna scendere fino all'11° posto invece per trovare il leader Pecco Bagnaia, che al momento sarebbe costretto a passare dalla Q1 per appena 3 millesimi e si ritrova dietro anche al terzetto di Ducati composto da Fabio Di Giannantonio, Luca Marini e Marco Bezzecchi, autore di una scivolata senza conseguenze alla curva 1.