27 settembre 2022
Aggiornato 01:00
Studio Deloitte

Calcio, serie A la migliore per crescita dei ricavi nel 2020/21: lo studio sui primi 5 tornei europei

I «cinque grandi» campionati europei (Inghilterra, Germania, Spagna, Italia e Francia) hanno generato ricavi aggregati per 15,6 miliardi di euro ma significativamente inferiori ai ricavi prima del Covid

Calcio, serie A la migliore per crescita dei ricavi nel 2020/21: lo studio sui primi 5 tornei europei
Calcio, serie A la migliore per crescita dei ricavi nel 2020/21: lo studio sui primi 5 tornei europei Foto: Pixabay

Nella stagione 2020-2021 il mercato calcistico europeo è cresciuto in termini di ricavi del 10%, raggiungendo i 27,6 miliardi di euro. Lo afferma Deloitte nella 31esima edizione dell'Annual Review on Football Finance. I «cinque grandi» campionati europei (Inghilterra, Germania, Spagna, Italia e Francia) hanno generato ricavi aggregati per 15,6 miliardi di euro, in crescita del 3% rispetto alla stagione precedente, ma significativamente inferiori ai ricavi osservati prima del Covid (17 miliardi di euro nel 2018/19).

A registrare la crescita maggiore, è la serie A, l'unica ad aver superato i livelli pre-Covid, con un +23% a 2,5 miliardi di euro. Al risultato ha contribuito l'aumento dei ricavi da diritti televisivi cresciuti del 48% a 1,767 miliardi, in parte per effetto di pagamenti rinviati dalla stagione 2019-2020. In crescita anche i ricavi commerciali del 30% a 747 milioni.

I costi salariali dei club di Serie A sono aumentati a 2,1 miliardi di euro (+29%) - ancora una volta un record per il campionato. La maggior parte dei club ha registrato un aumento e, con alcuni costi raddoppiati, il rapporto salari/ricavi è salito all'82%, il secondo più alto tra i «cinque grandi» campionati (dopo la Ligue 1 con il 98%).

Quanto ai ricavi per squadra l'Italia si colloca al quarto posto con una media di 126 milioni di euro, rispetto ai 275 milioni delle squadre inglesi e agli 81 milioni di quelle francesi, ultime in classifica.

La Premier League inglese rimane il campionato di punta, con 5,4 miliardi di euro di ricavi. Escludendo la Premier League i campionati delle altre 4 big, Italia, Francia, Spagna e Germania, hanno registrato un aumento delle perdite operative totali durante l'anno da 461 a 901 milioni di euro.

Per la stagione in corso, con il primo Mondiale invernale che costringerà a una pausa i campionati principali, le stime indicano un aumento dei ricavi per le Big Five alla quota record di 18,6 miliardi di euro, grazie al ritorno stabile dei tifosi allo stadio (nel 2020-2021 i ricavi da gara hanno rappresentato meno dell'1%), all'aumento dei ricavi commerciali di alcuni club e dei diritti televisivi Uefa.