20 maggio 2022
Aggiornato 18:30
Formula 1

GP Bahrain: Leclerc in pole fa sognare la Ferrari! Verstappen in prima fila, Sainz 3°

Poi Perez e Hamilton, sempre in difficoltà con la sua Mercedes W13. Sorprende Magnussen: arrivato in extremis per sostituire Mazepin, è arrivato al Q3 per chiudere all'ottavo posto con la Haas motorizzata Ferrari

Charles Leclerc in pole nel primo GP del mondiale 2022
Charles Leclerc in pole nel primo GP del mondiale 2022 Foto: Ferrari

Una Ferrari strepitosa al Sakhir: Charles Leclerc conquista la prima pole del 2022. Secondo Max Verstappen e terza l'altra Rossa di Carlos Sainz. Poi Perez e Hamilton, sempre in difficoltà con la sua Mercedes W13. Sorprende Magnussen: arrivato in extremis per sostituire Mazepin, è arrivato al Q3 per chiudere all'ottavo posto con la Haas motorizzata Ferrari.

Leclerc: «Gli ultimi due anni sono stati difficili»

«E’ una bellissima sensazione. Gli ultimi due anni sono stati molto difficili per tutto il team ma abbiamo lavorato benissimo per ritrovarci davanti. Sono molto contento per oggi, è stata una sessione di qualifica molto complicata. Non ero totalmente soddisfatto della mia guida, ma poi sono riuscito a fare il giro giusto nel Q3, e sono molto contento». Già in pista, infatti, in team radio aveva urlato: «Abbiamo messo insieme tutto». Nel senso che fin lì aveva sempre avuto la sensazione che gli mancasse qualcosa. Soprattutto nel primo settore, avrebbe spiegato più tardi, non si trovava completamente a suo agio.

«Certo che c’è margine di miglioramento. La guida è completamente diversa rispetto all’anno scorso. I test sono stati molto utili, perché abbiamo provato stili di guida diversi, e devo ancora trovare quello perfetto. Quindi c’è molto margine di crescita. Pensavamo che la Red Bull fosse più veloce di noi, però abbiamo avuto una piacevole sorpresa. Ora dobbiamo concludere il weekend con un acuto. Non sarà semplice per il degrado delle gomme che qui è un problema, soprattutto perché quest’anno è aumentato il peso delle auto. Dobbiamo mantenere la cautela, la gara sarà lunga».

Sainz: «Contento dei progressi che ho fatto»

«Evidentemente Charles ha fatto qualcosa di più. Ma sono molto contento dei progressi che ho fatto: ero molto lontano durante le prove libere, anche di mezzo secondo. Avevo molto sofferto nel cercare di capire questa nuova macchina. Essere in lotta per la pole quindi è una bellissima notizia. Non sono riuscito a tirar fuori quell’ultimo decimo, è un peccato. Ma va bene così: Charles ha meritato, è stato davanti per tutto il fine settimana».

Tanto stupore, dunque, per lo spagnolo, nel bene e nel male. «Il problema è che non sono mai stato così dietro, l’anno scorso al massimo ero dietro di un paio di decimi. Quest’anno mi sono ritrovato anche a sette, otto decimi. Ancora non comprendo appieno la macchina, fatico, penso molto mentre guido e questo mi porta via un po’di spazio dalla testa. Ugualmente sono rimasto in lotta per la pole e sono terzo, non posso lamentarmi troppo. Accetto completamente il risultato».

Max Verstappen, secondo nelle qualifiche del GP del Bahrain
Max Verstappen, secondo nelle qualifiche del GP del Bahrain (Red Bull Racing)

Verstappen: «Sarà una gara entusiasmante»

«E’ difficile dire se ho fatto tutto il possibile. Nel Q2 sono andato piuttosto bene, nel Q3 ho faticato di più a mantenere il bilanciamento. Siamo andati a corrente alternata. Ma nel complesso la macchina va bene, soprattutto in gara e questa è la cosa importante. Siamo in una buona posizione per cominciare la nuova era».

Più nel dettaglio della sua RB18 ha detto che: «Non è fantastica, ma nemmeno troppo male, se no non sarei secondo. Ci sono alcune cose da migliorare, ma l’importante è far funzionale la macchina in gara, dove le gomme faticano molto di più. Sarà una battaglia con Carlos e Charles fino all’ultimo giro. Sarà una gara entusiasmante». E poi, già che c’era, sollecitato, dunque a domanda precisa, ha risposto con una frecciata alla Mercedes, indirettamente al suo «nemico» dell’anno scorso, Lewis Hamilton. «Sono molto, molto deluso dalla Mercedes».

I tempi delle qualifiche del GP del Bahrain:

  1. Leclerc (Ferrari) 1'30:558
  2. Verstappen (Red Bull) 1'30:681
  3. Sainz (Ferrari) 1'30:687
  4. Perez (Red Bull) 1'30:921
  5. Hamilton (Mercedes) 1'31:238
  6. Bottas (Alfa Romeo) 1'31:560
  7. Magnussen (Haas) 1'31:808
  8. Alonso (Alpine) 1'32:195
  9. Russell (Mercedes) 1'32:216
  10. Gasly (AlphaTauri) 1'32:338
  11. Ocon (Alpine) 1'31:782
  12. Schumacher (Haas) 1'31:998
  13. Norris (McLaren) 1'32:008
  14. Albon (Williams) 1'32:664
  15. Zhou (Alfa Romeo) 1'33:543
  16. Tsunoda (AlphaTauri) 1'32:750
  17. Hulkenberg (Aston Martin) 1'32:777
  18. Ricciardo (McLaren) 1'32:945
  19. Stroll (Aston Martin) 1'33:032
  20. Latifi (Williams) 1'33:634