13 luglio 2020
Aggiornato 19:30
Formula 1

Williams fine di un'era: dai 16 mondiali al triste declino

Williams abbassa la saracinesca, scioglie il contratto con il suo sponsor principale (ROKiT) e annunciato di aver messo in vendita il team. Il Gp di Olanda si arrende, annullata la prova per il coronavirus

Williams fine di un'era: dai 16 mondiali al triste declino
Williams fine di un'era: dai 16 mondiali al triste declino ANSA

Williams abbassa la saracinesca, scioglie il contratto con il suo sponsor principale (ROKiT) e annunciato di aver messo in vendita il team. «Il consiglio d'amministrazione della Williams - si legge in una nota - sta intraprendendo una revisione di tutte le opzioni strategiche disponibili per la società. Le opzioni prese in considerazione includono la raccolta di nuovo capitale per l'azione, una cessione di una quota di minoranza nella WGPH o una cessione della quota di maggioranza in WGPH, inclusa una potenziale vendita dell'intera società».

L'ultima vittoria risale al 2012

La vendita appare scontata visto che nel 2019 le perdite sono state di 13 milioni di sterline. Fondata nel 1977 da Sir Frank Williams e Patrick Head la scuderia inglese negli anni 80 e 90 ha dominato a tratti la scena conquistando 7 titoli mondiali piloti e 9 costruttori. Il declino è iniziato da tempo: l'ultima vittoria risale al 2012 e negli ultimi anni la gestione di Claire Williams, figlia di Frank, è stata fallimentare. Fino a un 2019 da incubo: la macchina non è arrivata in tempo per i primi giorni di test, poi una volta iniziato il mondiale si è piazzata sistematicamente ultima e stra-doppiata.

Il Gp di Olanda si arrende

Anche il GP d'Olanda si arrende al coronavirus. Gli organizzatori della gara in programma a Zandvoort ai primi di maggio hanno annunciato che la gara è stata definitivamente cancellata e rinviata al 2021. Dopo Australia, Monaco e Francia si tratta dunque della quarta prova che non sarà recuperata nel nuovo calendario che Liberty Media sta stilando per far disputare una stagione 2020.

«Eravamo pronti e lo saremmo anche adesso - ha detto Jan Lemmers, direttore sportivo del GP - grazie ai fan, alle aziende e alle autorità avevamo compiuto un risultato incredibile. Abbiamo cercato di riprogrammare la corsa a porte chiuse, ma vorremmo celebrare il ritorno della F.1 in Olanda dopo 35 anni con il nostro pubblico. Chiediamo loro di essere pazienti, dopo 35 anni possiamo aspettarne un altro».

Gp Vietnam chiede ricollocazione il 22 novembre

Gli organizzatori del Gran Premio del Vietnam di Formula1 rinviato a data da destinarsi a causa del coronavirus, avrebbero chiesto alla Fia di ricollocare la gara il 22 novembre, che sia a porte chiuse o con la presenza di spettatori sugli spalti. Il Mondiale di Formula Uno dovrebbe partire il 5 luglio, con la prima di due gare previste sulla pista austriaca di Spielberg.