26 gennaio 2020
Aggiornato 12:00
Formula 1

Gp Brasile, Ferrari davanti nelle seconde libere con Vettel e Leclerc

Seguono Verstappen e le due Mercedes. Da annotare un problema al motore per la Toro Rosso di Pierre Gasly e due incidenti contro le barriere

La Ferrari di Sebastian Vettel
La Ferrari di Sebastian Vettel ANSA

INTERLAGOS - Sebastian Vettel registra il giro veloce nelle prove libere 2 del Gran Premio del Brasile. Dopo la prima sessione sul bagnato, a Interlagos è il tedesco della Ferrari a dettare i tempi nel venerdì di libere in 1'09:217 su gomma soft. In seconda posizione, a parità di mescola, si piazza il compagno Charles Leclerc a soli 21 millesimi mentre Max Verstappen chiude la sessione col terzo tempo (+0:134). Leggermente in ritardo le due Mercedes con Valtteri Bottas quarto a +0:156 e Lewis Hamilton solamente quinto con 223 millesimi di ritardo. Da annotare un problema al motore per la Toro Rosso di Pierre Gasly e due incidenti contro le barriere per Daniil Kvyat (Toro Rosso) e Robert Kubica (Williams).

Vettel: «Dobbiamo migliorare il grip»

«La vettura era buona, ma non è stato affatto facile oggi in pista con le condizioni meteo che hanno reso complicato girare in maniera continuativa. Credo tuttavia che abbiamo capito di che cosa c'è bisogno per far progredire la vettura». Così Sebastian Vettel, dopo le seconde libere del Gp del Brasile, nelle quali è stato il più veloce con la Ferrari. "Il mio ritmo è stato migliore sul giro secco rispetto a quello che sono riuscito a tenere in configurazione gara. In questo senso abbiamo bisogno di trovare più grip - aggiunge il pilota tedesco - lavorando sul bilanciamento della vettura per ottimizzarla in vista dei long run. Sono convinto - conclude - che possiamo fare un passo avanti, anche se credo che la corsa non sarà facile per noi, perché mi aspetto che i valori in campo siano simili a quelli degli ultimi due Gp. Ora ci dobbiamo concentrare sulle modifiche da fare per migliorare la nostra performance. Domani capiremo meglio che cosa ci possiamo aspettare da qualifica e gara».

Leclerc: «Vediamo come va senza pioggia»

«Nel complesso quella di oggi è stata una giornata positiva. Il nostro ritmo in configurazione da qualifica sembra buono, mentre abbiamo ancora del lavoro da fare per migliorare il nostro passo in vista della gara. Sono anche contento di aver potuto girare con la pioggia ed è per questo che ho chiesto di scendere in pista prima possibile in mattinata». E' il commento di Charles Leclerc, dopo le seconde libere del Gp del Brasile di F1, nelle quali ha fatto registrare il secondo miglior tempo. «Certo, quelle condizioni non erano veramente rappresentative, perché sembra che non le ritroveremo domani e domenica, quando ci aspettiamo temperature più alte e poca pioggia - aggiunge il ferrarista -. Tuttavia è stato positivo vedere che, anche in quelle condizioni, eravamo competitivi. Di sicuro c'è la possibilità di migliorare e faremo in modo di lavorare sulle modifiche da apportare. Affrontiamo le qualifiche, sapendo che dovremo scontare una penalizzazione in griglia, ma questo per me non cambia nulla», conclude.

Albon il più veloce nelle prime libere, poi va a muro

Alexander Albon è stato il più veloce al termine della prima sessione di prove libere del GP del Brasile. Su una pista di Interlagos bagnata dalla pioggia, il giovane pilota thailandese, fresco di rinnovo in Red Bull, prima fa segnare il miglior tempo con 1'16:142, poi, con le gomme da asciutto non riesce a riprendere la sua monoposto e finisce la sua corsa contro le barriere. Alle sue spalle la Mercedes di Vallteri Bottas a oltre mezzo secondo e quindi le Ferrari di Sebastian Vettel con un ritardo di quasi nove decimi e di Charles Leclerc a un secondo e un decimo. Senza tempo Max Verstappen che con l'altra Red Bull è anche finito fuori pista ma senza danneggiare la vettura e il campione del mondo Lewis Hamilton che ha preferito rimanere ai box, aspettando la seconda sessione.