30 ottobre 2020
Aggiornato 23:00
Formula 1 | GP del Brasile

Charles Leclerc rivela: «Ispirato da Senna»

Il francese della Ferrari: «Era un gran talento e una persona speciale e questo Gran Premio ci porta sempre alla mente la sua leggenda»

INTERLAGOS - «Il Brasile non è solo una nazione nella quale c'è una enorme passione per il nostro sport: è anche la patria di Ayrton Senna, ovvero il pilota al quale probabilmente mi sono ispirato di più. Era un gran talento e una persona speciale e questo Gran Premio ci porta sempre alla mente la sua leggenda». Così Charles Leclerc in vista del week-end del Gran Premio del Brasile. «Il circuito è estremamente divertente, si tratta di un giro corto nel quale comunque trovano posto curve molto diverse fra loro oltre che rettilinei di discreta lunghezza - spiega il giovane monegasco della Ferrari - Il layout della pista è cambiato parecchio nel corso dei decenni fino a diventare quello attuale. Quando giocavo con i videogame da bambino sceglievo sempre questa pista, per cui posso dirmi un grande appassionato».

Vettel: «Qui può succedere sempre di tutto»

«Quando si gareggia a San Paolo, in Brasile, è sempre un'incognita, può sempre succedere di tutto. Non so per quale motivo ma c'è qualcosa di particolare su questa pista e in questi luoghi. Ad ogni occasione qualcosa di pazzo succede e se non accade allora puoi star certo che succederà l'anno successivo». Sebastian Vettel presenta così il fine settimana del Gran Premio del Brasile. «Si tratta di un'altra pista che nel recente passato è stata amica della nostra squadra: ricordo, per esempio, che lo scorso anno qui Kimi (Raikkonen, ndr) era salito sul podio, mentre due anni fa fui io a conquistare la corsa - sottolinea il pilota tedesco della Ferrari - Di sicuro, a livello di atmosfera, è una corsa speciale: i brasiliani sono probabilmente il pubblico più rumoroso tra quelli delle gare che abbiamo in calendario. Gridano talmente forte dagli spalti che anche noi in macchina riusciamo a sentirli. I tifosi brasiliani sembra veramente che salgano in macchina con te».

Leclerc in Brasile con un motore nuovo

Charles Leclerc avrà un motore nuovo in occasione del Gp del Brasile il che gli costerà 10 posizioni in griglia a Interlagos. Il motore danneggiatosi ad Austin, nel GP degli Usa, non è riparabile e quindi il Cavallino lo sostituirà con un'unità nuova che consenta al monegasco di correre le ultime due gare del campionato con una power unit affidabile. Lo ha confermato il team manager della Ferrari Mattia Binotto. «Charles potrà disporre di una Power Unit nuova dal momento che la sua si è danneggiata nel sabato di Austin e questo lo ha costretto a montare una unità usata e meno potente per il resto del weekend - le parole del team principal in una nota della scuderia di Maranello. Equipaggiare la sua SF90 con una nuova Power Unit significa prendere penalità in griglia, ma se non altro a San Paolo ci aspettiamo di tornare ai livelli consueti di performance e di poter lottare con spirito combattivo per finire in crescendo la stagione. Questo sarà importante per cercare la conferma del fatto che stiamo facendo progressi con la nostra vettura e per provare a portare questo stato di forma nella pausa invernale. So che i nostri piloti e tutto il team sono assolutamente concentrati su questo».

Wolff annuncia: «In Brasile non sarò al muretto»

«Il Brasile sarà la prima gara dal 2013 alla quale non sarò presente. Con entrambi i mondiali vinti, rimarrò in Europa per occuparmi di altre questioni importanti». Il team principal della Mercedes, Toto Wolff, annuncia la sua assenza in occasione del Gp del Brasile in programma nel prossimo fine settimana. «Non c'è alcun sentimento di appagamento - sottolinea Wolff sul sito della Mercedes - tutti sono decisi sul migliorare sempre. Abbiamo due gare ancora prima della fine del campionato e vogliamo chiudere davanti. Il Brasile evoca bei ricordi, come l'anno scorso, quando ci laureammo campioni costruttori. Dalla ripresa dopo l'estate non siamo più i migliori in qualifica, ma ad Austin siamo tornati in pole, quindi lotteremo per stare davanti già al sabato».