20 agosto 2019
Aggiornato 02:30

GP di Silverstone: pole Bottas, secondo Hamilton e terzo Leclerc. Vettel sesto

Decima pole in carriera per il finlandese che precede il compagno di squadra e il primo dei due ferraristi Chsrles Leclerc che partirà al fianco di Max Verstappen

Valtteri Bottas in pole a Silverstone
Valtteri Bottas in pole a Silverstone ANSA

SILVERSTONE - Il finlandese della Mercedes, Valtteri Bottas ha conquistato la pole position del Gp di Gran Bretagna in programma domani a Silverstone, sottraendola dopo cinque anni ad Hamilton. Decima pole in carriera per Bottas che precede il compagno di squadra Lewis Hamilton e il primo dei due ferraristi Chsrles Leclerc che partirà al fianco di Max Verstappen. Solo sesto Sebastian Vettel che partirà con Pierre Gasly. Quarta fila per Ricciardo e Norris.

Bottas: «Bellissima sensazione»

«Sì, è una bellissima sensazione e ti ricorda perché vuoi provare questo tipo di sensazioni. Io e Lewis siamo stati vicini per tutto il weekend e oggi di nuovo, ma sono molto contento di aver fatto un buon giro e di prendermi la pole». Ecco le prime parole del 'pole man' Valtteri Bottas subito dopo aver battuto il compagno di squadra della Mercedes Hamilton che oggi correva in casa. «Sapevo che il mio primo giro era buono ma non perfetto. Onestamente avrei dovuto migliorare nel secondo giro - dice ancora il finlandese -, però non sono riuscito a mettere insieme tutti i settori, soprattutto il primo. Sono però contento di aver fatto la pole, non è facile qui fare un buon giro. Commettere errori è molto semplice, ho faticato un pochino e quindi sono contento di aver ripreso il primo posto». Per prima cosa Lewis Hamilton fa i complimenti «a Valtteri perché ha fatto un lavoro costante e solido per tutte le qualifiche, il mio non è stato abbastanza buono«

Leclerc: «Miglior risultato possibile»

Charles Leclerc ammette la superiorità dei rivali della Mercedes dopo le qualifiche del Gp di Gran Bretagna: «Siamo andati forti nel Q1 e poi nel Q2 siamo riusciti a migliorare un po' - ha spiegato il monegasco - Credo però che nel Q3 la Mercedes abbia tirato su i giri del motore. Erano molto veloci, soprattutto in curva, ed è lì che noi dobbiamo ancora lavorare. Però abbiamo fatto il miglior risultato possibile oggi e sono molto contento. Alla vigilia di questo fine settimana non ci aspettavamo di essere così vicini. La scelta delle soft al via? Era il nostro piano fin dall'inizio, le sfrutteremo per provare guadagnare posizioni in partenza. Non eravamo contenti delle medie nelle simulazioni di long run».

Deluso Vettel, alle spalle delle due Red Bull

Deluso Sebastian Vettel, solamente 6° e addirittura alle spalle delle due Red Bull: «Mi è mancato ritmo e velocità - ha ammesso il tedesco - Fin dal Q1 non sono riuscito a salire di performance e nel Q3, dove normalmente si va meglio, non siamo riusciti a crescere come al solito. Il passo? La macchina è cresciuta rispetto a quanto si è visto venerdì, penso che i valori in gara andranno a equilibrarsi e per noi non sarà un problema. Certamente non parto da dove avrei voluto».