16 ottobre 2019
Aggiornato 01:00

Gp Bahrain: vince Hamilton, ma che beffa Leclerc

A Sakhir Leclerc (3º) domina, ma il motore tradisce la Ferrari: vittoria regalata a Hamilton. Vettel sbaglia e finisce 5º. Binotto: «Doppietta mancata, la F1 è anche questo»

Charles Leclerc sul podio in Bahrein
Charles Leclerc sul podio in Bahrein ANSA

SAKHIR - Lewis Hamilton vince il Gp del Bahrain di F1 ma che beffa. Con la Ferrari di Leclerc splendida prima ad una manciata di giri dal termine, il monegasco segnala problemi al motore ed è costretto a cedere posizione e vittoria. Alla fine salva il podio e si pone alle spalle di Bottas che nel frattempo lo aveva superato. Al quarto porto Max Verstappen. Poi Sebastian Vettel autore di un Gp rocambolesco.

Quella del giovanissimo monegasco è stata una cavalcata perfetta per 48 giri. Incertezza solo in avvio quando deve consegnare la leadership prima di riprenderla. Capolavoro al sesto giro con un sorpasso spettacolare del monegasco su Vettel, esterno di curva 1 e resistenza al ritorno della Ferrari n.5. A questo punto lo spettacolo è tra Vettel e le Mercedes. Al giro 24 Hamilton tenta l'impossibile per non fare andare via la Ferrari di Vettel, ma le gomme non gli permettono di osare piú di tanto e il tedesco si va a prendere la seconda posizione.

Per il tedesco la gara si decide al giro 37: Bellissimo duello Vettel Hamilton, con il ferrarista che riesce a tenere dietro l'inglese dopo una lotta durata diverse curve. Al giro successivo mentre lotta con Hamilton va in testa coda e poi, ancora dopo è costretto a cambiare ala anteriore e nuove gomme. A questo punto accade l'imprevedibile: Leclerc segnala problemi al motore, Hamilton lo va a prendere e lo passa al 48esimo giro. Lo passa anche Bottas mentre Leclerc riesce a mantenere il podio. Magra soddisfazione per una gara dominata.

 LeClerc: «Sono deluso ma torneremo più forti»

«Sono estremamente deluso, e' dura mandare giù questo risultato. Succede e questo fa parte del motorsport, purtroppo non è stata la nostra giornata ma sono fiducioso per il lavoro fatto da questo team fantastico dopo i problemi in Australia». Charles Leclerc al termine del Gran Premio del Bahrain, seconda tappa del Mondiale 2019 di Formula 1, è estremamente deluso. «Siamo stati fortunati con la safety car nel finale di gara, penso che abbiamo avuto problemi di carburante - ha dichiarato il pilota monegasco, terzo al traguardo a Sakhir - E' un peccato aver chiuso in terza posizione, ma torneremo più forti. Posso far meglio ma sono contento del risultato finale» ha concluso Leclerc.

Vettel: «Oggi non avevo passo»

«Durante il testacoda ho danneggiato la macchina, le vibrazioni successive hanno portato al guasto. Ho cercato di prendere l'interno su Hamilton ma ho perso il posteriore e mi sono girato». Così Sebastian Vettel al termine del Gran Premio del Bahrain in merito al danneggiamento dell'ala che l'ha relegato in quinta posizione a causa di un pit-stop aggiuntivo. «Oggi avevo una macchina difficile da guidare, Leclerc non ha avuto difficoltà mentre per me la situazione era più complicata, soprattutto nel secondo stint - ha sottolineato Vettel ai microfoni di Sky Sport F1 - Non avevo passo e non è stata la gara che volevamo. Serata deludente, non so cosa sia successo a Leclerc ma è stato molto sfortunato perchè questa era la sua gara» ha concluso Vettel.

Binotto: «Una doppietta mancata»

«Una doppietta mancata, credo che oggi c'era di tutto per far bene. I nostri due piloti a un certo punto, nei primi secondi, potevano gestire la gara, ma è chiaro, le gare sono anche così. Peccato per Sebastian, sono cose che possono capitare quando si lotta, guarderemo anche con lui quanto successo». Così a Sky il Team principal della Ferrari Mattia Binotto. Su Vettel dice: «Guardavo adesso le immagini, che non avevo visto. Ne parlerò con lui e cercherò di capire. Certamente è mancata l'affidabilità oggi, questo non è accettabile e ci dobbiamo lavorare. Ma vorrei guardare anche al weekend nei suoi lati positivi, ce ne sono tanti, la prestazione generale della squadra per come abbiamo lavorato. Tante cose positive che porteremo a casa e poi lavoreremo sulle parti da migliorare». Su Leclerc aggiunge: «Aveva voglia di far bene. Peccato per lui, ci dispiace. Ma si impara anche da questo».