21 agosto 2019
Aggiornato 06:30

Gp Qatar, Dovizioso fulmina Marquez. Rossi quinto

Il forlivese della Ducati batte in volata lo spagnolo della Honda dopo un bellissimo duello, terzo Crutchlow. Quarto un ottimo Rins con la Suzuki

La volata tra Marquez e Dovizioso
La volata tra Marquez e Dovizioso ANSA

LOSAIL - E' di Andrea Dovizioso il primo squillo del motomondiale 2019. Il pilota della Ducati ha vinto la gara d'esordio stagionale in Qatar, sul circuito di Losail sorpassando all'ultimo giro la Honda di Marc Marquez con il quale ha inscenato un duello durato nelle ultime tornate. Podio completato dalla Honda del britannico Cal Crutchlow. Valentino Rossi, partito quattordicesimo con la sua Yamaha, chiude al quinto poso al termine di una rincorsa entusiasmante preceduto dal podio e dalla Suzuki di Alex Rins. Sesta l'altra Ducati di Danilo Petrucci davanti alla Yamaha di Vinales. Jorge Lorenzo chiude tredicesimo ma ha corso in precarie condizioni di salute.

Dovizioso: Ho spinto al limite fino alla fine

«Non riuscivo a capire i punti positivi o negativi della gara: Marquez è sempre stato con me ed io ho sempre spinto al limite, fino alla fine. Non avevo una strategia precisa in gara, ho cercato di gestire le gomme nella prima parte di gara - ha dichiarato il pilota della Ducati, vincitore del GP - Rins era molto veloce in curva, poi nel finale di gara ho visto Marquez faticare molto con la gomma posteriore. Guardando Marc ho capito esattamente cosa dovevo fare, questo mi ha aiutato nella fase finale».

Marquez soddisfatto

«È stata la stessa gara dell’anno scorso. Ho cercato di spingere, però su questo circuito se superi in un punto sporco vai largo. Sono molto contento di questi 20 punti, in questo circuito fatichiamo. Abbiamo faticato tantissimo con la gomma anteriore, non sono riuscito a spingere come volevo in frenata, va bene così è una gara che ci togliamo dal calendario».

Oggi Dovi più forte di noi

«Oggi Dovi era più forte di noi, io ho guidato con la media davanti e non lavorava bene per me, ho distrutto la posteriore. Ma l’obiettivo era il podio, ci ho provato e vado a dormire tranquillo, qui fatichiamo sempre. All’inizio andavamo piano, e a me andava bene per risparmiare le gomme. La staccata? Oggi non potevo spingere, avevo la media davanti e quindi l’assetto non mi consentiva di staccare tardi. La dura non lavorava bene e ho dovuto mettere la media. Oggi Dovi era più forte, ci ho provato perché dovevo, ma altro non potevo fare».