19 marzo 2019
Aggiornato 01:00

Juventus-Milan: il piano per Kean

Il giovane attaccante bianconero può diventare uno dei sacrificati dei campioni d’Italia a giugno. Leonardo e Maldini sono alla finestra

Moise Kean, attaccante classe 2000 della Juventus
Moise Kean, attaccante classe 2000 della Juventus ANSA

TORINO - Juventus e Milan potrebbero presto intavolare una trattativa per condurre in rossonero Moise Kean, attaccante classe 2000, stimato e benvoluto da tutti a Torino ma per il quale lo spazio è ridottissimo (appena una rete in Coppa Italia a Bologna lo scorso 12 gennaio, qualche spicciolo di presenze in campionato), vista la folta concorrenza nell’organico gestito da Massimiliano Allegri.

Dubbi sul rinnovo

Il punto è che Kean, assistito da Mino Raiola, ha il contratto in scadenza il 30 giugno 2020 ma i dubbi sul rinnovo sono tanti: la giovane punta piemontese ha perplessità perché teme che gli spazi in bianconero continueranno ad essere scarsi e la sua volontà è quella di riuscirsi ad affermare in serie A con continuità. La stessa Juventus, d’altra parte, non può offrirgli le garanzie richieste, perché gli obiettivi della società torinese non permettono troppi esperimenti.

Candidato ideale per il nuovo Milan

La decisione va presa entro la prossima estate, anche perché se la punta decide di non prolungare il contratto, la Juventus lo metterà ufficialmente sul mercato per non perderlo a parametro zero dodici mesi più tardi. Ed ecco allora entrare in scena il Milan, la cui filosofia societaria è ormai improntata sul reperimento di giovani talenti da lanciare in prima squadra. Kean, peraltro tifosissimo milanista, è un candidato ideale per il nuovo Milan, tanto che Leonardo e Paolo Maldini stanno avendo già qualche colloquio informativo con la dirigenza juventina per capire se esista o meno la disponibilità ad imbastire un affare da circa 20 milioni di euro. I rinnovati buoni rapporti fra Raiola e il club rossonero, inoltre, favorirebbero ulteriormente una trattativa al momento appena accennata ma che fra qualche mese potrebbe subire l’accelerata decisiva e portare a Milanello uno degli attaccanti più promettenti del calcio italiano.