19 marzo 2019
Aggiornato 21:30

Juventus: ecco perché il sacrificio di Kean è necessario

Il contratto del giovane attaccante scadrà nel 2020 e il rinnovo è in alto mare: i bianconeri potrebbero inserirlo in una particolare trattativa di mercato

Moise Kean, attaccante della Juventus
Moise Kean, attaccante della Juventus ANSA

TORINO - Futuro incerto per Moise Kean, attaccante classe 2000 della Juventus, uno dei giovani italiani più promettenti, chiuso però in bianconero da un reparto di fuoriclasse.  Il contratto di Kean con la Juve scade nel 2020 ed il rinnovo non è per nulla semplice: la punta piemontese ed il suo agente Mino Raiola chiedono maggiori garanzie sull’utilizzo da parte di Massimiliano Allegri (una sola rete stagionale, in Coppa Italia a Bologna, qualche manciata di minuti giocati in campionato e nulla più), che però il tecnico livornese non può offrire con certezza (e come potrebbe con a disposizione Cristiano Ronaldo, Mandzukic, Dybala, Bernardeschi e Douglas Costa?).

Affare possibile

Ecco perché Raiola non vuole firmare ancora il rinnovo di contratto, anche se l’intenzione dell’agente non è quella di andare allo scontro con la Juve, bensì trovare la soluzione migliore per tutti. E il club campione d’Italia una soluzione che salvi capra e cavoli potrebbe trovarla inserendo proprio Kean nell’affare da intavolare con l’Ajax per arrivare al gioiello De Ligt, inseguito dalla formazione juventina e da mezza Europa; per De Ligt la Juventus ha già fatto sapere di non voler partecipare ad aste, ma Paratici è pronto ad anticipare la concorrenza proponendo, oltre ad un discreto conguaglio, anche il cartellino di Moise Kean, apprezzato dall’Ajax, meta gradita anche a Raiola.

Condizioni

Nessun prezzo di favore, ben inteso: Kean partirebbe non certo a prezzo di saldo nonostante l’imminente scadenza di contratto e la Juventus lo inserirebbe nel «pacchetto De Ligt» solo alle proprie condizioni, ennesima prova di forza di un club forte, pronto a trattare con gli olandesi e a strappare il talento di casa senza svenarsi ma grazie ad una tattica sensata ed intelligente che pure comporta il sacrificio di una delle maggiori promesse del calcio italiano. Probabile, inoltre, che i bianconeri inseriscano nell’eventuale trattativa anche una formula di riacquisto futuro con cessione di Kean a 20 milioni e clausola di riacquisto a 30, a conferma che la partenza dell’attaccante è vista a malincuore a Torino, ma ritenuta necessaria. A Raiola e all’Ajax il compito di cucire il resto.