15 ottobre 2019
Aggiornato 23:30

Milan: Laxalt verso la Lazio

Il laterale uruguaiano potrebbe lasciare i rossoneri già nel calciomercato invernale

Diego Laxalt, laterale sinistro del Milan
Diego Laxalt, laterale sinistro del Milan ANSA

MILANO - L'avventura di Diego Laxalt al Milan potrebbe terminare dopo soli sei mesi dal suo arrivo a Milanello dopo gli anni al Genoa. L'apporto del laterale uruguaiano, infatti, non ha finora soddisfatto nè Gennaro Gattuso e nè la dirigenza milanista, oltre al pubblico rossonero che lo ha sonoramente fischiato nelle ultime uscite dell'ex genoano. E dire che l'inizio era stato anche discreto e Laxalt sembrava pronto a prendersi il posto da titolare sulla fascia sinistra del Milan a scapito di Ricardo Rodriguez, anche perchè l'uruguaiano appariva in palla, propositivo, frizzante ed assai più vivace del terzino svizzero, salvo poi calare clamorosamente alla distanza offrendo prestazioni scadenti e palesando chiari sintomi di tensione e nervosismo.

Ipotesi romana

E così il Milan, che a gennaio effettuerà diverse operazioni sul mercato, sta ragionando sull'opzione di una cessione di Laxalt già nella sessione della campagna acquisti che si aprirà il prossimo 3 gennaio, soprattutto perchè sul laterale sudamericano si è fiondata la Lazio che a sinistra ha un paio di calciatori usurati (Lulic e Radu), altri due che non offrono garanzie tecniche e fisiche (Bastos e Lukaku), oltre a Patric che non rientra nelle preferenze di Simone Inzaghi. Ecco dunque che Laxalt potrebbe far comodo al tecnico biancoceleste che ne farebbe subito un titolare, motivo per il quale il Milan sta seriamente prendendo in considerazione l'ipotesi di lasciar partire l'uruguaiano già a gennaio, ovviamente se l'offerta della Lazio sarà soddisfacente per il club rossonero. Un'avventura breve, dunque, quella di Laxalt a Milano, arrivato alla ricerca della consacrazione dopo la gavetta fra Bologna e Genoa e che rischia ora di essere scaricato dopo sei mesi tutt'altro che esaltanti.