13 dicembre 2018
Aggiornato 06:00

Juventus-Alex Sandro: prove di intesa

Il terzino brasiliano è sempre conteso da diversi club esteri. Agnelli, Paratici e Nedved provano a blindarlo
Alex Sandro, terzino brasiliano della Juventus
Alex Sandro, terzino brasiliano della Juventus (ANSA)

TORINO - Nella Juventus che domina in Italia ed in Europa c’è qualche piccola spina, qualche buccia di banana su cui il gruppo di Massimiliano Allegri potrebbe perdere l’equilibrio. E’ il caso di Daniele Rugani o Mehdi Benatia, entrambi scontenti per lo scarso utilizzo avuto sinora, ma anche di Mattia Perin che sperava forse di giocare qualche partita in più. E poi c’è lo spinoso caso di Alex Sandro, uno dei punti di forza della compagine juventina, da almeno un anno in procinto di lasciare Torino, corteggiato da Manchester United e Chelsea, spesso orientato verso l’avventura inglese, ma sempre poi rimasto fedele alla causa bianconera, migliorando di volta in volta anche le prestazioni in campo.

Trattative - La Juventus, del resto, negli ultimi anni si è sempre dimostrata aperta verso le offerte provenienti dall’estero per i propri calciatori, a patto poi di rimpiazzarli con elementi ancora migliori e in grado di aumentare il livello di competitività dell’organico di Allegri, confermando però la volontà primaria di tenere i suoi calciatori e di intavolare trattative solo nel caso in cui siano loro a chiedere apertamente la cessione. Il corteggiamento dei club inglesi (del Manchester United in particolar modo) prosegue e la Juventus è stata già contattata per il trasferimento di Alex Sandro nella sessione invernale di calciomercato, permettendo ai bianconeri di incassare una cifra vicina a quei 60 milioni richiesti dalla dirigenza juventina nelle precedenti occasioni.

Interesse reciproco - Ma la volontà della Juve e dello stesso calciatore è di restare insieme almeno fino a giugno, perché mai come quest’anno i campioni d’Italia hanno la possibilità di centrare l’obiettivo europeo che tanto sta a cuore all’intero ambiente juventino; Alex Sandro vuole essere protagonista di quella che potrebbe per la Juventus diventare una stagione storica e leggendaria, motivo per cui il suo dialogo con Agnelli, Nedved e Paratici andrà di comune accordo verso la soluzione della permanenza in Italia con appuntamento in estate per aggiornarsi nuovamente.