18 novembre 2018
Aggiornato 04:30

Juventus-Manchester United: incontro per Pogba

La gara di Coppa dei Campioni dello Juventus Stadium ha fornito alle due società l’occasione di riparlare del possibile clamoroso ritorno a Torino del francese
Paul Pogba, centrocampista del Manchester United e della nazionale francese
Paul Pogba, centrocampista del Manchester United e della nazionale francese (ANSA)

TORINO - L’importanza della sfida di Coppa dei Campioni con vista sulla qualificazione agli ottavi di finale, il ritorno a Torino del vecchio nemico José Mourinho, la passione per una squadra che ha avuto un inizio di stagione sfavillante fra campionato e coppa. Il popolo juventino, insomma, ha vissuto con estrema fibrillazione la gara dello Juventus Stadium fra i bianconeri di Massimiliano Allegri ed il Manchester United (finita poi col rocambolesco ko dei campioni d'Italia), come del resto regolarmente accade quest’anno in cui l’ambiente bianconero sente viva la possibilità di riportare la coppa più prestigiosa a Torino 23 anni dopo l’ultima volta. Ma Juventus-Manchester United è stata anche l’occasione per un amarcord che ha inevitabilmente rimescolato le sensazioni nel cuore dei sostenitori juventini, ovvero il ritorno di Paul Pogba nella città che tanto lo ha amato e che a malincuore lo ha visto andar via nell’estate del 2016.

SINTONIA - Non è un mistero che fra la Juventus ed il centrocampista francese sia rimasta una notevole sintonia e che negli ultimi tempi il rapporto fra il calciatore e l’ambiente inglese (Mourinho compreso) non sia più altrettanto idilliaco. I messaggi d’amore tra le parti sono frequenti e proprio Pogba alla vigilia della sfida di coppa ci ha tenuto a ribadire che il suo presente è a Manchester ma che in futuro potrebbe accadere di tutto, compreso un suo ritorno a Torino. E’ forse il segnale che alla Juve aspettavano, l’apertura ufficiale del fuoriclasse transalpino che, stando a fonti a lui vicine, farebbe carte false per vestire nuovamente il bianconero e che ha già dato mandato a Mino Raiola di sondare la situazione e capire quanti margini effettivi ci siano per il ritorno in Italia e in quella Juventus che lo ha amato ed accolto come mai gli è accaduto prima e dopo.

MESSAGGI D'AMORE - La Juve, dal canto suo, ci sta pensando da tempo, considerando anche la probabile partenza in estate di Khedira, le difficoltà di Emre Can e la continua volontà del club piemontese di aggiungere pezzi pregiati ad una scuderia già sontuosa. Pogba e la Juventus si annusano, si sorridono, ammiccano, nel tentativo di imbastire la trattativa giusta per ritrovarsi senza che nessuna delle tre parti coinvolte ci perda qualcosa. Nell’attesa di un affare concreto, restano i messaggi d’amore e di affetto, oltre alla sensazione che nella due giorni torinese anche il Manchester United abbia iniziato a chiacchierare sui bianconeri per un nuovo passaggio nella via che dall’Inghilterra potrebbe ricondurre in Italia.