13 dicembre 2019
Aggiornato 11:01

Milan: casa dolce casa

La classifica dei rossoneri impone un filotto di risultati positivi che riporti la formazione di Gattuso in lotta per i primi posti e ne blindi il passaggio del turno in Europa. Le sfide consecutive a San Siro potrebbero essere un’arma favorevole

Il Milan di Gattuso tenta la rimonta in campionato e il consolidamento in Europa
Il Milan di Gattuso tenta la rimonta in campionato e il consolidamento in Europa ANSA

MILANO - E’ un Milan che viaggia in rincorsa quello della prima fase della nuova stagione. Primi risultati altalenanti, una gara saltata e ancora da recuperare, un assetto inizialmente non preciso che Gennaro Gattuso ha dovuto inculcare in un gruppo che, dopo il cambio di proprietà e di dirigenza, punta dritto a conquistare uno dei primi quattro posti della serie A che riportino i rossoneri in quella Coppa dei Campioni che dalle parti di Milanello manca da ormai 5 stagioni. I punti in classifica sono 12 in 7 partite giocate, pochi se si considerano i traguardi prefissati, abbastanza però per progettare un recupero che passi però obbligatoriamente per una serie di vittorie consecutive che permettano un salto nelle parti nobili della graduatoria, oltre a restituire autostima e fiducia nello spogliatoio.

Effetto San Siro

I primi due successi sono arrivati (4-1 al Sassuolo in trasferta, 3-1 al Chievo in casa), ora i rossoneri devono proseguire nel filotto positivo. E quale occasione migliore del derby contro l’Inter in programma domenica sera? La prima, peraltro, di una serie di gare tutte a San Siro che potrebbero avvantaggiare la squadra di Gattuso. Si parte appunto domenica col derby, in casa dell’Inter solo per le statistiche, ma pur sempre nello stadio casalingo dei rossoneri, quindi giovedì la sfida di Coppa Uefa contro il Betis e la domenica successiva di nuovo campionato con la Sampdoria; altri tre giorni ed il mese di ottobre si chiduerà con Milan-Genoa, recupero della prima giornata, gara che chiuderà il ciclo di partite consecutive a San Siro e che tanto potrà dire sulle reali ambizioni di un Milan in salute e pronto a scalare la classifica di serie A e a far strada in Europa.