20 ottobre 2018
Aggiornato 07:30

Milan: ora viene il bello

Dopo i successi contro Sassuolo ed Olympiakos, i rossoneri si preparano ad un ottobre di fuoco che tanto potrà significare per le ambizioni della compagine di Gattuso
Il Milan esulta dopo il 3-1 inflitto ai greci dell'Olympiakos
Il Milan esulta dopo il 3-1 inflitto ai greci dell'Olympiakos (ANSA)

MILANO - Non è cominciato male il mese di ottobre per il Milan che dopo il successo in campionato in casa del Sassuolo ha battuto in rimonta i greci dell'Olympiakos nella seconda gara del girone di Coppa Uefa, una vittoria fondamentale per la qualificazione dei rossoneri ai sedicesimi di finale, ma anche per il morale dei ragazzi di Gattuso che prima del 4-1 di Reggio Emilia e del tris di coppa contro gli ellenici era sotto i tacchi dopo i pareggi contro Cagliari ed Atalanta, non certo entusiasmanti nonostante un discreto gioco ed un'ottima organizzazione in campo. Il Milan si è scoperto improvvisamente anche cinico, Higuain e Cutrone hanno ribaltato l'Olympiakos in pochi minuti e la sensazione è che la squadra milanista si stia lentamente sciogliendo, trovando esattamente quei meccanismi e, di conseguenza, quei risultati chiesti da Gattuso.

Tour de force

Buon per tutto l'ambiente rossonero, perchè ottobre sarà un mese di fuoco per il Milan che giocherà ben cinque partite da qui a fine mese, tutte a San Siro, fra campionato e coppa, sfide importantissime per stabilire una volta per tutte quali possono essere i traguardi per la compagine allenata da Gennaro Gattuso. Battuto l'Olympiakos, dunque, il Milan tornerà in campo domenica pomeriggio alle ore 15 contro il Chievo fanalino di coda della serie A, quindi dopo la sosta per le nazionali ecco il derby contro l'Inter domenica 21, la terza partita del girone di Coppa Uefa contro il Betis giovedì 25 alle ore 18:55, la sfida di campionato contro la Sampdoria domenica 28 alle ore 18, infine il recupero della prima giornata con il Genoa mercoledì 31 alle 20:30 che metterà fine alla maratona di gare di un Milan che vuole capire dove potrà arrivare da qui alla fine della stagione.