Sport | Calcio

Biglia: "Punto a giocare la finale con la Juve"

Il regista argentino del Milan fissa il suo obiettivo per il rientro in campo dopo l'infortunio alla schiena occorsogli nella gara col Benevento

Lucas Biglia, centrocampista argentino del Milan
Lucas Biglia, centrocampista argentino del Milan (ANSA)

MILANO - Lo 0-1 di sabato scorso a San Siro contro il derelitto Benevento ultimo in classifica è costato al Milan non soltanto la sesta posizione in campionato a beneficio dell'Atalanta, ma anche una perdita importante in mezzo al campo, ovvero Lucas Biglia, uscito infortunato nel corso del secondo tempo dopo uno scontro al limite dell'area che gli è valso un guaio non di poco conto alle vertebre e la sensazione immediata di uno stop lungo che gli facesse saltare non soltanto le ultime partite di campionato e la finale di Coppa Italia, ma anche la partecipazione ai mondiali con la nazionale argentina di cui è titolare inamovibile.

Grinta e volontà

Ma Biglia non ci sta a tirare i remi in barca prima del dovuto, sta già lavorando sodo per smaltire l'infortunio e tornare disponibile nel più breve tempo possibile, forse anche prima del termine della stagione in corso. A conferma di ciò ecco le parole dello stesso centrocampista, rilasciate nel corso di un'intervista all'emittente argentina Sportia: "I medici del Milan hanno capito subito cosa mi fosse accaduto - rivela Biglia - e mi hanno parlato di uno stop pari a 6 settimane, ma io punto a fare il massimo e a ridurre questi tempi. In fondo, il colpo che ho preso non è stato fortissimo anche se mi ha fatto molto male, ma il mio obiettivo è giocare le ultime due partite di campionato e possibilmente pure la finale di Coppa Italia a cui teniamo tantissimo; sto provando a farcela. Mondiali a rischio? No, ho già parlato con Sampaoli, per la rassegna mondiale ci sarò, ma spero anche per chiudere l'anno col Milan, so che i tempi sono stretti ma sono ottimista".