15 novembre 2018
Aggiornato 04:30

Milan: il tempo dei regali è finito

La corsa al quarto posto si è arenata, quella per il sesto è invece più viva che mai e la squadra di Gattuso non può più sbagliare
Il Milan di Gattuso si prepara ad affrontare le ultime gare della stagione
Il Milan di Gattuso si prepara ad affrontare le ultime gare della stagione (ANSA)

MILANO - Un mese. Tanto è passato dall'ultima vittoria del Milan in campionato, perchè da quel 3-2 inflitto al Chievo i rossoneri hanno raccolto una sconfitta (a Torino con la Juventus) e ben 4 pareggi contro Inter, Sassuolo, Napoli e Torino, risultati che hanno definitivamente escluso la squadra di Gennaro Gattuso dalla corsa alla qualificazione in Coppa dei Campioni e messo a rischio anche il sesto posto, obiettivo a questo punto minimo ma da portare a casa assolutamente per non mettere la partecipazione alle prossime coppe europee solo nelle mani della finale di Coppa Italia che il Milan contenderà alla Juventus il prossimo 9 maggio allo stadio Olimpico di Roma.

Rischi

La classifica parla chiaro: Milan sesto con 54 punti, due in più dell'Atalanta settima a 52, tre in più di Sampdoria e Fiorentina che coabitano in ottava posizione a quota 51. C'è poco da scherzare, dunque, per i rossoneri, chiamati a difendere quella qualificazione che non ecciterà più di tanto i tifosi ma che è fondamentale per il progetto milanista, perchè adesso chi è dietro ci crede e si aspetta ancora cadute da un Milan che dopo aver capito che il quarto posto era irraggiungibile ha progressivamente giocato a rendimento ridotto permettendo la risalita di chi fino ad un mese fa era distante anni luce dai rossoneri. Le prossime gare contro Benevento, Bologna e Verona possono mettere meno in agitazione l'ambiente milanista, ma i due scontri diretti finali a Bergamo e a San Siro contro la Fiorentina suonano oggi assai più minacciosi e ricchi di pericoli per la squadra di Gattuso.