24 ottobre 2018
Aggiornato 07:30

Verso Arsenal-Milan: la cabala dice che la rimonta è impossibile

Non basta lo 0-2 dell'andata, a complicare i piani dei rossoneri ci si mettono pure le statistiche
Gennaro Gattuso ed Arsene Wenger si salutano prima di Milan-Arsenal
Gennaro Gattuso ed Arsene Wenger si salutano prima di Milan-Arsenal (ANSA)

MILANO - Il Milan si prepara alla trasferta di Londra dove giovedì sera (inizio ore 21:05) all'Emirates Stadium sfiderà l'Arsenal per il ritorno degli ottavi di finale di Coppa Uefa partendo dallo 0-2 subìto nella gara di andata a San Siro. Rimontare è difficile, lo sa Gattuso, lo sa la squadra e lo sanno pure i tifosi, anche se nessuno vuole mollare; il capitano milanista Leonardo Bonucci ha suonato la carica sul proprio profilo Instagram, annunciando battaglia e voglia di non arrendersi. Certo, i rossoneri dovranno battere l'Arsenal con tre gol di scarto, o con due ma segnandone almeno tre, un'impresa che, oggettivamente, appare complessa, soprattutto per il divario mostrato a Milano fra le due compagini.

Numeri contrari

A rendere ancora più difficile la rimonta ci si mettono adesso anche le statistiche, perchè adocchiando la cabala esce un dato preoccupante che non può certo rallegrare il popolo milanista: il Milan, infatti, nei 7 precedenti in cui ha perso la gara di andata in casa, solo una volta ha poi invertito la rotta al ritorno. Impresa che i rossoneri completarono nel lontanissimo 1955-56 quando ribaltarono il 3-4 casalingo contro i tedeschi del Saarbucken vincendo 4-1 in Germania. Da allora, ogni qual volta il Milan ha perso a San Siro l'andata di una partita di coppa, non ha poi mai più passato il turno: è accaduto col Barcellona nella Coppa dei Campioni 1959-60, con l'Espanyol nella Coppa Uefa 1987-88, di nuovo con il Barcellona in Coppa Campioni nel 2005-2006, col Manchester United nel 2009-2010, col Tottenham l'anno dopo e con l'Atletico Madrid nel 2013-2014, ultima partecipazione dei rossoneri alle coppe europee prima della stagione in corso. Saranno pure soltanto numeri, ma il Milan può avere un motivo in più per tentare la gran rimonta giovedì sera a Londra.