12 dicembre 2018
Aggiornato 08:00

Milan: la chiave di Gattuso per battere l'Arsenal

Il tecnico rossonero è pronto per la grande sfida europea contro i londinesi
Gennaro Gattuso, allenatore del Milan
Gennaro Gattuso, allenatore del Milan (ANSA)

MILANO - Il futuro è adesso. Il Milan si avvicina ad ampie falcate alla gara di andata degli ottavi di finale di Coppa Uefa contro l'Arsenal, sfida affascinante ma complessa per la squadra rossonera, chiamata ad ottenere un risultato positivo già nella gara di andata nella splendida cornice di San Siro che sarà gremito da oltre 70 mila spettatori. Al momento dei sorteggi, l'Arsenal era stato indicato come un simil spauracchio, migliore forse solo dell'Atletico Madrid (favoritissimo per la vittoria finale) e del Borussia Dortmund; col passare delle settimane, però, l'andamento della compagine londinese ha indotto il popolo milanista a sperare, a ritenere che, sotto sotto, il pronostico non fosse poi così chiuso. L'Arsenal perde, subisce troppi gol e non ne segna, è una squadra slegata e demotivata, Arsene Wenger sembra davvero al capolinea dopo oltre vent'anni alla guida dei Gunners.

Strategia

Ma Gennaro Gattuso non si fida di una formazione così malandata, non si fida di una crisi profonda ma forse non irreversibile. Già, perchè l'Arsenal andrà pure male ma  ha qualità tecniche ed esperienza per poter comunque provare a passare il turno contro un Milan che oggi è sulle ali dell'entusiasmo, ha fiducia e grande condizione fisica. Il rischio per i rossoneri è proprio quello di essere passati dal troppo pessimismo all'eccessivo ottimismo: che ora la sfida coi britannici non diventi una formalità, che non si pensi che i biancorossi di Londra siano l'agnello sacrificale della belva milanista. Gattuso sa che compagini di spessore internazionale come l'Arsenal possono risvegliarsi improvvisamente e che sono in grado di approfittare di una piccola e minima distrazione degli avversari; il tecnico calabrese ha mantenuto negli ultimi giorni altissima la concentrazione in vista della gara di San Siro, ha caricato i suoi e nelle dichiarazioni ufficiali ha tenuto un profilo basso, elogiando meriti e capacità dell'Arsenal e di Wenger.

Psicologia

Gattuso è consapevole che l'aspetto psicologico è fondamentale in circostanze simili e non vuol dare alcun vantaggio ad un rivale in questo momento poco equilibrato; uno stadio pieno ed appassionato ed una condotta di gara inizialmente accorta ma aggressiva potrebbe infliggere all'Arsenal quel colpo di grazia che l'allenatore milanista sta affilando, studiando e preparando per infliggerlo nel momento cruciale della sfida. Perchè il sogno europeo del Milan vuole continuare il più a lungo possibile.