22 settembre 2018
Aggiornato 01:00

L'assurda morte di Davide Astori: si ferma il mondo del calcio

Ancora poco chiare le cause del decesso. Si parla di arresto cardiocircolatorio, adesso per˛ il corpo del calciatore Ŕ stato trasferito in ospedale a Udine per effettuare l’autopsia.
Il capitano della Fiorentina Davide Astori
Il capitano della Fiorentina Davide Astori (ANSA)

MILANO - Un senso di vuoto. È questa l’unica cosa che resta dentro nel prendere coscienza della più assurda notizia che si possa ascoltare: la morte di un calciatore. Inspiegabilmente, senza alcun segnale premonitore, nella notte, è venuto a mancare Davide Astori, difensore centrale e capitano della Fiorentina, classe 1987, quindi poco più che trentenne.
La prima comunicazione è arrivata proprio dal club viola: «La Fiorentina profondamente sconvolta - si legge nella nota - si trova costretta a comunicare che è scomparso il suo capitano Davide Astori, colto da malore. Per la terribile e delicata situazione, e soprattutto per rispetto della sua famiglia si fa appello alla sensibilità degli addetti ai lavori».

Decesso nella notte
Ancora poco chiare le cause del decesso. Si parla di arresto cardiocircolatorio, adesso però il corpo del calciatore è stato trasferito in ospedale a Udine, dove la Fiorentina era in ritiro, per effettuare l’autopsia. Il calciatore era da solo in camera e quando stamattina i compagni non l’hanno visto arrivare per la colazione si sono allarmati e sono andati a controllare, scoprendo la drammatica verità.

Il lutto del Milan
Profondamente toccato anche il Milan, squadra nella quale il difensore era cresciuto, dal 2001 al 2006, praticamente una vita: «Un ragazzo innamorato del calcio e della vita, cresciuto con noi. L'AC #Milan è scioccato dalla tragica scomparsa di Davide #Astori. Un dolore  immenso. Le più sentite condoglianze alla sua famiglia e alla ACF #Fiorentina». Questo il tweet diffuso dal club di via Aldo Rossi.

Stop alla serie A
Ovviamente sospesa l’intera giornata del calcio di serie A, come comunicato ufficialmente pochi minuti fa. La proposta è arrivata immediatamente da Damiano Tommasi che ha chiesto al commissario straordinario della Lega Serie A Giovanni Malagò e al commissario della FIGC Fabbricini di rinviare l'intera giornata di Serie A. Richiesta naturalmente esaudita anche sulla base di tante altre sollecitazioni da parte di altri club, tra cui appunto il Milan, la squadra nella quale Astori è cresciuto.