17 ottobre 2019
Aggiornato 00:30

Icardi e Verdi tengono in ansia Inter e Bologna

I due attaccanti sono alle prese con infortuni che rischiano di tenerli fuori dai giochi per un po’

Mauro Icardi, centravanti e capitano dell'Inter
Mauro Icardi, centravanti e capitano dell'Inter ANSA

MILANO - La serie A entra nel suo periodo più delicato e forse decisivo per la lotta scudetto, per quella ai piazzamenti europei e per quella alla salvezza. Dal ritorno in campo dopo la sosta post natalizia, infatti, il campionato italiano ha cominciato un tour de force che non prevedrà più soste fino al termine del torneo. Inter e Bologna, per raggiungere i rispettivi traguardi stagionali, si affidano in gran parte ai loro attaccanti migliori, Mauro Icardi da una parte e Simone Verdi dall’altra; l’argentino lotta anche per vincere la classifica dei marcatori, è il leader e il capitano della squadra e dai suoi piedi arriva almeno il 70% delle reti nerazzurre, mentre il numero 9 del Bologna è l’uomo di maggior talento oltre al cannoniere dei rossoblù con 6 reti e un amore del pubblico conquistato dopo il no al Napoli nel mercato invernale.

Infortuni pericolosi

Ma i due attaccanti rischiano di essere i protagonisti mancati di questa fetta di stagione, poiché alle prese con due infortuni che potrebbero lasciarli lontani dai campi per qualche tempo. L’elongazione agli adduttori della coscia destra di Icardi preoccupa relativamente l’Inter e il bomber sudamericano dovrebbe saltare la sfida di sabato sera col Crotone e al massimo la successiva che sarà proprio a San Siro contro il Bologna di Verdi, calciatore che certamente salterà la gara di Milano a causa del problema muscolare accusato domenica scorsa all’inizio di Napoli-Bologna e che lo terrà fermo per circa 30 giorni. Un’assenza pesantissima per gli emiliani, affidati a Verdi grazie al suo talento, ai suoi gol e ai suoi assist che lo rendono determinante e in grado di entrare in quasi tutte le azioni da rete della formazione di Donadoni.