25 settembre 2018
Aggiornato 17:30

Aubameyang immortalato a Milano. I motivi sono due

Il centravanti del Borussia Dortmund è stato avvistato nel capoluogo lombardo alimentando immediatamente e nuovamente le voci di mercato che lo vorrebbero in trattativa col Milan
Pierre Emerick Aubameyang, attaccante del Borussia Dortmund
Pierre Emerick Aubameyang, attaccante del Borussia Dortmund (ANSA)

MILANO - Pierre Emerick Aubameyang e il Milan sono stati veramente vicini la scorsa estate, si sono rincorsi, forse anche sfiorati, poi ognuno ha proseguito per la propria strada, il centravanti gabonese è rimasto al Borussia Dortmund nonostante le frizioni con l'ambiente, mentre i rossoneri hanno virato su altri obiettivi di mercato, acquistando André Silva dal Porto e Nikola Kalinic dalla Fiorentina. Ma le voci su un possibile riavvicinamento dell'attaccante africano alla società milanista non si sono affatto sopite, anzi, le difficoltà delle punte rossonere non hanno fatto altro che alimentare rumors e congetture, anche perchè nel frattempo Aubameyang e il Borussia sono finiti ai ferri corti, vivendo ormai da separati in casa.

Destino incrociato e avvistamenti

L'ex centravanti del Saint Etienne sembrava diretto in Cina dove erano pronte a far follie per portarlo in Oriente, salvo poi sentirsi rispondere dallo stesso calciatore che non era arrivato ancora il momento di un'esperienza così lontana sia sportivamente che geograficamente. Il tutto mentre intanto il Borussia Dortmund continua a lasciarlo fuori dalle liste dei convocati per motivi disciplinari, segnale per nulla celato di una rottura totale fra il mondo giallonero e l'attaccante del Gabon, pronto a partire anche subito davanti all'offerta giusta. E nelle ultime ore ecco riaccendersi la pista che porta al Milan, poichè Aubameyang è stato avvistato e fotografato proprio a Milano, prima per le vie del centro e poi in un noto locale milanese, vestito di tutto punto con sgargiante giacca nero-oro, a ricordare beffardamente i colori del Borussia; ecco riaccendersi allora le speranze di quei tifosi rossoneri che vorrebbero il grande centravanti non raggiunto in estate.

Verità

Ma quanto c'è di vero e concreto nel viaggio italiano di Aubameyang, prorpio col calciomercato invernale aperto? Poco in realtà, perchè il calciatore africano è venuto a Milano assieme ad amici e compagna in semplice gita di piacere, per fare un po' di shopping e godersi la celebre Milano da bere. La sua simpatia per il Milan e la sua volontà di trasferirsi in serie A è nota e non è nemmeno da escludere che il giocatore gabonese si possa esser fatto vedere dalle parti del Duomo con la speranza che fosse la dirigenza milanista a farsi avanti per prima, senza però trovare riscontri positivi a riguardo, anche perchè il Milan, come più volte ribadito dal trio Fassone-Gattuso-Mirabelli, non effettuerà alcun movimento in entrata in questa sessione di calciomercato, per buona pace di un Aubameyang ancora bloccato fra color che son sospesi e con l'Arsenal meta più probabile (offerti 50 milioni al Borussia che ne vuole però 60) dopo la partenza verso Manchester di Alexis Sanchez, volato alla corte di Mourinho.