12 dicembre 2019
Aggiornato 23:30

Montella-Stroppa: lo strano destino dei due ex milanisti

Fine settimana agrodolce per due allenatori transitati da Milanello in epoche e vesti diverse

Vincenzo Montella, allenatore del Siviglia ed ex tecnico del Milan
Vincenzo Montella, allenatore del Siviglia ed ex tecnico del Milan ANSA

MILANO - Allenatori e campionati diversi, così come diversi sono i paesi, gli stadi e le ambizioni. Giovanni Stroppa e Vincenzo Montella sono legati da un filo comune molto sottile, colorato di rossonero e che in epoche differenti li ha legati indissolubilmente al Milan. Il primo è stato calciatore milanista dal 1989 al 1991 e poi nella stagione 1994-95 per poi tornare a Milanello da allenatore nel settore giovanile dal 2006 al 2011; il secondo è stato tecnico rossonero dall'estate del 2016 allo scorso 27 novembre, con una Supercoppa Italiana vinta ed un sesto posto che ha garantito al Milan il ritorno nelle coppe europee dopo tre anni.

Destino differente

Oggi entrambi sono lontani da Milano, Stroppa allena il Foggia in serie B, Montella è stato chiamato ad allenare il Siviglia da circa un mese, trovando la prima panchina estera della sua carriera. Per tutti e due il fine settimana appena trascorso è stato intenso ma con esiti diametralmente opposti: Stroppa ha visto il suo Foggia sconfitto ancora una volta in casa (dove in campionato ha vinto una sola partita finora) dal suo vecchio maestro Zeman, corsaro 1-0 allo Zaccheria col suo Pescara, una sconfitta che ha portato la società pugliese a riflettere sulla posizione del tecnico, a serio rischio esonero e con la formazione rossonera invischiata nei bassifondi della classifica cadetta. Di tutt'altro umore, invece, Montella che dopo aver battuto in settimana l'Atletico Madrid nella Coppa di Spagna, ha trovato anche il suo primo successo in campionato (aveva perso le prime due uscite contro Betis ed Alaves) grazie al 3-0 in casa dell'Espanyol che ha tranquillizzato ambiente e situazione di classifica del Siviglia. Tempi duri per Stroppa, risveglio per Montella: due ex milanisti con umori diversi in un fine settimana dalle forti tinte rossonere.