4 dicembre 2021
Aggiornato 18:30
MotoGP | Gran Premio di Valencia

Dovizioso è convinto: «Posso ancora vincere il Mondiale»

Desmodovi vuole giocarsi tutte le sue carte nell'ultima gara: «Sarà molto difficile, ma mi godo il momento e penso a vincere. E se non ce la farò, ci riproverò nel 2018»

MILANO«Posso ancora vincere il Mondiale. Penso solo a vincere a Valencia». Andrea Dovizioso suona la carica parlando ai microfoni di Sky Sport 24 dal salone dell'Eicma, prima di volare a Valencia per giocarsi il Mondiale 2017. Il pilota Ducati si sta godendo il momento: «Sono più tese di me le persone che mi sono vicine, da mio padre alla mia ragazza. Ho portato a casa sei vittorie, veniamo da quella in Malesia e quella in Giappone che sono state stupende. Siamo in un momento strepitoso e siamo ancora in lotta per il campionato, abbiamo creato una gran bella situazione. Realisticamente sarà molto difficile portare a casa il titolo, ma la corsa è ancora aperta e ci concentriamo sull'unica cosa che dobbiamo fare: vincere».

Il salto di qualità
Tutti lo consideravano un pilota veloce, ma è stato solo quest'anno che Desmodovi ha stupito davvero: «In questi anni – continua – sono stato veloce ma mai così tanto da essere lì con i primi e giocarmela con quelli che vincevano. E in quei casi vieni visto con un occhio diverso, più critico, più concentrato sul fatto che ti manca qualcosa. Invece quest'anno sono riuscito a migliorarmi e a gestirmi meglio. Ci sono delle motivazioni e so bene il perché ci sono riuscito. Nella gestione della gara sono stato sempre molto forte, secondo me, sono altri gli aspetti che mi mancavano per stare lì davanti. Nella lotta me la sono sempre cavata, ma quando combatti per il terzo o il quarto posto vieni visto di meno e in maniera diversa». Il 2018 comincerà già martedì con i test, e per il pilota di Forlì e la sua Ducati sarà difficile confermarsi: stavolta avrà i riflettori puntati addosso, tutti si aspetteranno gli stessi risultati se non meglio. «Sulla competitività della moto e mia personale non ho dubbi: sono convinto di aver aggiunto tasselli, non penso che quest'anno abbiamo fatto qualcosa di strepitoso e che il prossimo siamo destinati a tornare indietro. Non sono preoccupato di questo. Certo in questa stagione ci sono stati i problemi di Valentino Rossi e della Yamaha, qualcosa che nessuno si aspettava. Magari sarà più difficile ripetere questo numero di vittorie nel 2018. Poi ci sono i soliti punti interrogativi sulle gomme, su come affronti la stagione. Ma sono sicuro che saremo competitivi anche il prossimo anno».

(Fonte: Askanews)