7 ottobre 2022
Aggiornato 02:00
MotoGP | Gran Premio di Aragona

Nonostante la gamba (e la pioggia), Valentino Rossi batte Vinales!

La prima sessione di prove libere a Motorland, che segna il suo rientro in pista ufficiale, viene ulteriormente complicata dall'asfalto bagnato. Il Dottore chiude diciottesimo a 2.8 secondi, ma il suo compagno di squadra fa ancora peggio: ventesimo. Là davanti le due Honda di Marc Marquez e Dani Pedrosa

ALCANIZ – Chiude al diciottesimo posto Valentino Rossi la prima sessione di prove libere che segna il suo ritorno in pista al Gran Premio di Aragona, complicata ulteriormente non solo dai postumi della frattura alla tibia e al perone, ma anche dalla pioggia. Alcune gocce di pioggia sono scese sul circuito Motorland già poco prima dell'inizio del turno, e negli ultimi venti minuti si è affacciato un altro acquazzone. A riuscire ad interpretare meglio di tutti l'asfalto umido sono state le due Honda ufficiali, che hanno staccato una doppietta con Marc Marquez davanti a Dani Pedrosa. La migliore delle Yamaha, in una mattinata complicata per la squadra ufficiale dei Diapason, è quella dell'anno passato guidata da Johann Zarco, terzo a quasi otto decimi dalla vetta. Il dominio della casa di Tokyo è stato completato dalla moto satellite di Jack Miller, quarto.

Yamaha lontanissime
Sorpresa in quinta posizione con la wild card della Ktm Mika Kallio, a un secondo di distacco. La Ducati si accomoda solo in sesta piazza, con Jorge Lorenzo, davanti a Cal Crutchlow, Danilo Petrucci, Andrea Iannone e Andrea Dovizioso. Valentino Rossi riesce a completare solo otto giri, il migliore in 2:04.066, ovvero 2.8 secondi più lento del leader Marquez. Eppure questo crono è sufficiente a far meglio del suo compagno di squadra Maverick Vinales, che non va oltre il ventesimo posto. La MotoGP torna in pista oggi pomeriggio alle 14:05 per la seconda sessione di prove libere.